Connettersi a tutti i servizi e microservizi che una moderna applicazione aziendale cloud native richiede può essere un compito complicato. È un’area che le startup Solo.io sta cercando di interrompere con la nuova versione della sua piattaforma Gloo Mesh Enterprise.

Con sede a Cambridge, Massachusetts, Solo si è concentrata fin dalla sua fondazione su un concetto noto come service mesh. Una rete di servizi fornisce un approccio ottimizzato per collegare diversi componenti insieme in un approccio automatizzato, spesso all’interno di un ambiente cloud native Kubernetes.

Idit Levine, fondatore e CEO di Solo, ha spiegato a TechCrunch che sapeva fin dall’inizio, quando ha avviato l’azienda nel 2017, che ci sarebbero voluti alcuni anni prima che il mercato capisse il concetto di service mesh e perché è necessario. Ecco perché la sua azienda ha anche costruito una tecnologia API gateway che aiuta gli sviluppatori a collegare le API, che possono essere diverse fonti di dati o servizi.

Fino a questa settimana, i componenti API e service mesh di Solo Gloo Mesh Enterprise erano tecnologie separate, con diverse configurazioni e piani di controllo. Questo sta ora cambiando con l’integrazione di entrambe le API e le capacità di service mesh in un servizio unificato. Le capacità integrate dovrebbero rendere più facile impostare e configurare tutti i tipi di servizi nel cloud che sono in esecuzione su Kubernetes.

Il service mesh di Solo, noto come Gloo Mesh, è basato sull’open source Istio progetto, che è stato creato da Google. Il prodotto API si chiama Gloo Edge, che utilizza l’open source Envoy , originariamente creato dalla società di ride sharing Lyft. Levine ha spiegato che il suo team ha ora utilizzato l’architettura dei plugin di Istio per connettersi con Envoy in un approccio ottimizzato.

Levine ha notato che molti utenti iniziano con un gateway API e poi si estendono all’utilizzo del servizio mesh. Con il nuovo aggiornamento di Gloo Mesh Enterprise, si aspetta che l’adozione dei clienti acceleri ulteriormente perché Solo sarà in grado di differenziarsi dai rivali sia nel mercato delle service mesh che in quello della gestione delle API.

Mentre lo spazio service mesh sta ancora emergendo e include rivali come TetrateI gateway API sono una tecnologia più matura. Ci sono un certo numero di venditori affermati nello spazio di gestione delle API, tra cui Kong che ha raccolto 71 milioni di dollari di finanziamenti. Nel 2016, Google ha acquisito il fornitore di API Apigee per 625 milioni di dollari e ha ampliato la tecnologia negli anni successivi, includendo la Apigee X piattaforma annunciata nel febbraio di quest’anno.

Con l’integrazione di Gloo Edge per la gestione delle API in Gloo Mesh Enterprise, Solo non sta ancora coprendo tutte le basi della tecnologia API. Gloo Edge supporta le API basate su REST, che sono di gran lunga le più comuni oggi, anche se non supporta l’emergente GraphQL API standard, che sta diventando sempre più popolare. Levine ci ha detto di “rimanere sintonizzati” per un futuro annuncio GraphQL per Solo e la sua piattaforma.

Solo ha raccolto un totale di 36,5 milioni di dollari in due round, con un Serie A da 11 milioni di dollari , nel 2018 e una Serie B da 23 milioni di dollari annunciata nell’ottobre 2020. Gli investitori della società includono Redpoint e True Ventures.

Source link