Spotify ha rimosso le opere di alcuni dei comici più popolari, tra cui Kevin Hart, Tiffany Haddish, John Mulaney e Jim Gaffigan a causa di una disputa sulle royalties. Prima riportato da Il Wall Street Journal, un certo numero di intrattenitori di alto profilo stanno perseguendo il pagamento delle royalties per le loro battute quando vengono suonate alla radio, così come su servizi come Spotify, Pandora, YouTube e SiriusXM.

Gli sforzi dei comici sono sostenuti dalla società di amministrazione dei diritti globali, Spoken Giants, che lavora per garantire che gli intrattenitori siano adeguatamente compensati per il contenuto parlato. Come la WSJ nota, i comici sono tipicamente pagati dalla loro etichetta o distributore – insieme all’organizzazione dei diritti di performance digitale SoundExchange – quando un servizio digitale riproduce il loro contenuto. Tuttavia, non sono tecnicamente compensati per scrivere quel contenuto, qualcosa che Spoken Giants spera di cambiare.

Dopo il fallimento delle trattative con Spoken Giants, Spotify ha rimosso centinaia di contenuti dei comici dal servizio. In una dichiarazione al WSJSpotify ha detto che ha già pagato “quantità significative di denaro per il contenuto in questione, e vorrebbe continuare a farlo”. The Verge ha raggiunto Spotify con una richiesta di commento, ma non ha ricevuto immediatamente una risposta.

Non si sa se Spotify cercherà di raggiungere di nuovo un accordo con Spoken Giants, o se i contenuti dei comici torneranno mai. Con Spotify che dovrebbe avere più di 400 milioni di utenti entro la fine dell’anno, i comici colpiti potrebbero perdere un’enorme quantità di visibilità.

Source link