Ti sei appena seduto a cena e il tuo dispositivo indossabile ti ricorda di alzarti e seguire i tuoi passi per la giornata. Forse l’app ha ragione, ma è probabile che sposterai la notifica di lato. I fondatori di Sweetch, un’azienda israeliana che crea la propria app per il cambiamento del comportamento basata sull’intelligenza artificiale, scommettono che se hai ricevuto quella notifica in un modo diverso, avrai maggiori probabilità di seguire il suo consiglio.

Yossi Bahagon, il fondatore di Sweetch, descrive l’approccio dell’azienda ai promemoria digitali come un misto di intelligenza artificiale e intelligenza emotiva. L’app utilizzerà l’intelligenza artificiale per analizzare i dati “lifeprint” raccolti tramite uno smartphone. Quindi consegna i messaggi a quando potresti essere più propenso a rispondere e con un “tono di voce” che incoraggi la conformità.

Ad esempio, se hai riunioni il lunedì tra le 12 e le 3, ma vuoi comunque fare un po’ di esercizio, Sweetch non ti suggerirà di allenarti in quegli orari, né ti farà vergognare per aver assistito a una riunione piuttosto che correre.

“Si tratta di un continuo coinvolgimento iper-personalizzato che aumenta la probabilità che il paziente faccia ciò che deve fare”, afferma Bahagon.

Lunedì, Sweetch ha annunciato un round di serie A da $ 20 milioni guidato da Entreé Capital. Altri investitori includono Noaber, Kortex Ventures, Insurtech VC, Fin TLV Ventures e gli investitori esistenti Philips, OurCrowd e Qure Ventures.

Bahagon è un medico di famiglia di formazione, ma ha trascorso la maggior parte della sua carriera nell’arena della salute digitale. Nel 2008 Bagahon ha fondato la divisione sanitaria digitale di Clalit Health Services, un fornitore di servizi medici e assicurativi senza scopo di lucro che attualmente assicura 60 per cento della popolazione israeliana. La sua precedente società, Luminox Health, è stata acquisita dalla piattaforma di investitori israeliana OurCrowd nel 2016 e Bahagon è rimasta a gestire il braccio sanitario digitale del fondo.

Sweetch, fondata nel 2013, è l’ennesima impresa di salute digitale per Bahagon, questa volta finalizzata a una maggiore compliance del paziente. L’app ha già suscitato un certo interesse ed è stata una delle cinque app selezionate tra oltre 400 per partecipare al Programma Bayer G4A, qualcosa come un acceleratore sviluppato dal gigante farmaceutico.

Finora, il CEO di Sweetch Yoni Nevo afferma che l’app ha “decine di migliaia di utenti” (la società non ha fornito un numero specifico).

Attualmente viene utilizzato in pazienti con malattie cardiovascolari, diabete, obesità, ipertensione, artrite reumatoide, malattie infiammatorie intestinali e, un po’ in disparte: trattamento del cancro al seno.

Sweetch non è progettato per essere scaricato dagli utenti a piacimento dall’app store (puoi scaricarlo, ma non andrai lontano senza un codice di accesso); la loro strategia di mercato è invece quella di collaborare con organizzazioni sanitarie, aziende farmaceutiche, contribuenti o fornitori. Quindi i fornitori potrebbero prescrivere Sweetch insieme al trattamento effettivo per incoraggiarli a seguirlo.

Ci sono prove che le persone non sempre seguono gli ordini dei medici, in particolare quando si tratta di condizioni croniche. Un rapporto 2017 dal CDC rileva che una prescrizione su cinque scritta negli Stati Uniti non viene mai compilata e fino al 50 percento dei farmaci è stato assunto in modo errato (al momento sbagliato, nella dose sbagliata, ecc.).

Migliorare la compliance del paziente, tuttavia, è un problema più complicato. Il rapporto del CDC ha delineato alcune soluzioni, alcune delle quali hanno più a che fare con il sistema sanitario che con la tecnologia sanitaria. Questi includono la riduzione delle barriere economiche ai farmaci, l’aumento dell’assistenza sanitaria basata sul team (il farmacista e il medico coordinano le ricariche delle prescrizioni, ad esempio) e l’aumento dell’accesso all’assistenza sanitaria in primo luogo.

Il rapporto evidenzia una strada per la tecnologia dell’informazione sanitaria per aiutare ad affrontare il problema della non conformità (menziona specificamente il software di prescrizione elettronica).

La tecnologia, come Sweetch, può affrontare il problema della non conformità in medicina solo se non ha un proprio problema di non conformità. A tal fine, Bahagon afferma che l’app ha un record di fidelizzazione degli utenti. “Anche dopo 24 mesi, vediamo ancora che circa il 45% dei pazienti che hanno iniziato a utilizzare il sistema continua a utilizzarlo”, afferma.

La fidelizzazione degli utenti è un buon segno per qualsiasi sviluppatore di app. Ma nello spazio sanitario, è più complicato. Alcuni studi suggerire che le valutazioni dei consumatori sono indicatori scarsi di quanto bene queste app funzionino per migliorare i risultati (potrebbe piacerti un’app e usarla, ma non ti rende più sano).

A questo proposito, Sweetch lo fa fare una prova sotto la sua cintura, condotto in due siti della Johns Hopkins Clinical Research Network.

L’app è stata testata su 55 adulti con prediabete nel corso di tre mesi. Quarantasette dei partecipanti hanno terminato la prova e, in media, hanno aumentato la loro attività fisica di una media di 2,8 ore MET (potrebbero essersi effettivamente esercitati per periodi più brevi, ma la loro intensità era l’equivalente di 2,8 ore di lavoro), e ha perso circa 1,6 chilogrammi.

Gli utenti hanno anche abbassato i livelli di A1c, una misura chiave della glicemia media. Gli adulti prediabetici di solito hanno un A1c fra 5,7 e 6,5 percento, e quelli in questo studio hanno ridotto i loro livelli di A1c di circa lo 0,1 percento (lo studio si riferisce a tale riduzione come “clinicamente significativa”).

Questo studio non ha confrontato in modo specifico Sweetch con altri interventi sul prediabete. Tuttavia, uno studio in merito è imminente. Nel a dicembre 2020 intervista, Bahagon ha osservato che Sweetch aveva ricevuto una sovvenzione dal National Institutes of Health per continuare a testare Sweetch contro altri interventi “gold standard” per il diabete.

Nevo e Bahagon non hanno fornito aggiornamenti concreti sul progetto, ma hanno osservato che “tra un mese circa” l’azienda potrebbe annunciare aggiornamenti sui finanziamenti NIH e imminenti studi randomizzati controllati.

Nel frattempo, la società prevede di utilizzare i finanziamenti della serie A per espandersi nei mercati degli Stati Uniti e del Brasile, far crescere la base di utenti e migliorare la piattaforma per fornire raccomandazioni specifiche e personalizzate per ancora più condizioni.

Source link