T-Mobile ha detto che ritarderà il suo spegnimento pianificato della rete 3G di Sprint di tre mesi per garantire che i suoi “partner” abbiano il tempo di aiutare i clienti nella transizione. Originariamente aveva pianificato di eliminare gradualmente la rete a gennaio; quella data è stata ora spostata al 31 marzo 2022.

“Recentemente è diventato sempre più chiaro che alcuni di questi partner non hanno seguito attraverso la loro responsabilità di aiutare i loro clienti attraverso questo passaggio”, ha detto la società in una dichiarazione. “Quindi, ci stiamo facendo avanti per loro conto”.

La dichiarazione di T-Mobile non la menziona per nome, ma probabilmente si riferisce a Dish Network. Le due parti hanno litigato per l’annuncio di T-Mobile che stava chiudendo la rete legacy di Sprint, a causa dell’impatto che avrebbe avuto sui clienti Boost Mobile di Dish.

Come una delle condizioni della fusione T-Mobile/Sprint, Dish ha acquisito Boost Mobile nel luglio 2020 con l’obiettivo di Dish di prendere il posto di Sprint come quarto vettore wireless negli Stati Uniti. Dopo che T-Mobile ha annunciato di aver pianificato di chiudere la rete CDMA di Sprint, il presidente di Dish, Charlie Ergen, ha paragonato T-Mobile al Grinch, e successivamente ha detto che la sua azienda stava facendo ogni sforzo per migrare i suoi clienti.

Ma il CEO di T-Mobile Mike Sievert ha scritto in un post sul blog che Dish stava “trascinando i piedi nel far aggiornare i loro clienti al superiore mondo 4G/5G”.

Il Dipartimento di Giustizia ha detto a Dish Network e T-Mobile in un documento di luglio lettera che aveva “gravi preoccupazioni” circa lo spegnimento della rete legacy di Sprint, e ha esortato entrambe le parti a prendere “tutte le misure appropriate” per ridurre l’impatto sui clienti che ancora si affidano alla rete.

Source link