All’inizio di quest’anno, Apple ha ufficialmente interrotto Music Memos, un’applicazione per iPhone che permetteva ai musicisti di registrare rapidamente l’audio e sviluppare nuove idee di canzoni. Ora, una nuova startup chiamata Tape It sta intervenendo per riempire il vuoto con un’app che migliora le registrazioni audio offrendo una varietà di caratteristiche, tra cui un suono di qualità superiore, il rilevamento automatico degli strumenti, il supporto per marcatori, note e immagini, e altro ancora.

L’idea di Tape It viene da due amici musicisti, Thomas Walther e Jan Nash.

Walther aveva precedentemente trascorso tre anni e mezzo a Spotify, dopo la sua acquisizione del 2017 della startup di rilevamento audio Sonalytic, che aveva co-fondato. Nash, nel frattempo, è un cantante lirico di formazione classica, che suona anche il basso ed è un ingegnere.

A loro si unisce il designer e musicista Christian Crusius, precedentemente della società di consulenza di design Fjord, che era acquisita da Accenture.

I fondatori, che avevano suonato insieme in una band per molti anni, sono stati ispirati a costruire Tape It perché era qualcosa che volevano per se stessi, dice Walther. Dopo aver terminato il suo stint a Spotify lavorando nella loro nuova divisione Soundtrap (una startup di musica online che Spotify ha anche acquistato nel 2017), sapeva di voler lavorare su un progetto che fosse più concentrato sul lato musicale delle cose. Ma mentre Soundtrap funzionava per alcuni, non era quello di cui Walther o i suoi amici avevano bisogno. Invece, volevano uno strumento semplice che permettesse loro di registrare la loro musica con il loro telefono – qualcosa che i musicisti spesso fanno oggi usando l’app Voice Memos di Apple e, brevemente, Music Memos – fino alla sua scomparsa.

Crediti immagine: Nastro adesivo

“Indipendentemente dal fatto che tu sia un dilettante o anche un professionista in tour… registrerai le tue idee con il tuo telefono, solo perché è quello che hai con te”, spiega Walther. “È la stessa cosa con le telecamere – la migliore telecamera è quella che hai con te. E il miglior strumento di registrazione audio è quello che hai con te”.

Cioè, quando vuoi registrare, la cosa più semplice da fare non è tirare fuori il tuo portatile e collegarci un mucchio di cavi, poi caricare il tuo software da studio – è premere il pulsante di registrazione sul tuo iPhone.

L’app Tape It ti permette di fare proprio questo, ma aggiunge altre caratteristiche che la rendono più competitiva con la sua concorrenza integrata, Voice Memos.

Quando si registra usando Tape It, l’app sfrutta l’A.I. per rilevare automaticamente lo strumento, quindi annota la registrazione con un’indicazione visiva per rendere quelle registrazioni più facili da trovare cercando l’icona colorata. I musicisti possono anche aggiungere i propri marcatori ai file proprio quando li registrano, poi aggiungere note e foto per ricordarsi di altri dettagli. Questo può essere utile quando si rivedono le registrazioni in seguito, dice Walther.

Crediti d’immagine: Nastro adesivo

“Se ho un bel suono di chitarra, posso semplicemente fare una foto delle impostazioni del mio amplificatore, e le ho. Questa è una cosa che i musicisti fanno sempre”, nota. “È il modo più semplice per ricreare quel suono”.

Un altro nuovo, ma semplice, cambiamento in Tape It è che rompe le registrazioni più lunghe in più righe, simile a un paragrafo di testo. Il team chiama questo il “Time Paragraph”, e crede che renderà l’ascolto di sessioni più lunghe più facile rispetto al default – che è tipicamente una singola registrazione scorrevole orizzontalmente.

Crediti immagine: Nastro adesivo

L’app è stata anche progettata in modo che sia più facile tornare alla parte giusta delle registrazioni, grazie alle sue forme d’onda intelligenti, oltre ai marcatori opzionali e alle foto. Ed è possibile contrassegnare le registrazioni come preferite, in modo da poter richiamare rapidamente una lista delle vostre migliori idee e suoni. L’app offre anche una completa integrazione con il media center, in modo da poter riprodurre la tua musica ogni volta che hai tempo.

Tuttavia, la caratteristica principale è il supporto di Tape It per la qualità “Stereo HD”. Qui, l’app sfrutta i due microfoni su dispositivi come l’iPhone XS, XR e altri modelli più recenti, quindi migliora il suono utilizzando la tecnologia A.I. e altre tecniche di riduzione del rumore che ha sviluppato in-house. Questa funzione fa parte del suo abbonamento premium da 20 dollari all’anno.

Nel corso del tempo, Tape It intende ampliare il suo uso di A.I. e altre IP per migliorare ulteriormente la qualità del suono. Prevede anche di introdurre funzioni di collaborazione e supporto per importare ed esportare le registrazioni in software di studio professionali. Questo potrebbe alla fine mettere Tape It nello stesso mercato che SoundCloud aveva inizialmente inseguito prima di spostare la sua attenzione per diventare più di un servizio rivolto ai consumatori.

Ma prima, Tape It vuole inchiodare il flusso di lavoro dell’utente singolo prima di aggiungere altre funzioni di condivisione.

“Abbiamo deciso che è così importante assicurarci che sia utile, anche solo per te. La roba su cui puoi collaborare – se non ti piace usarla, non la userai”, dice Walther.

Il team di tre persone di Tape It ha sede sia a Stoccolma che a Berlino ed è attualmente in fase di bootstrapping.

L’app stessa è scaricabile gratuitamente su iOS e in seguito supporterà gli utenti desktop su Mac e Windows. Una versione Android non è prevista.

Source link