Poco fa Tesla ha annunciato in sordina i nuovi prezzi per il mercato cinese. La Model 3 e la Model Y hanno subito una drastica riduzione dei prezzi e Tesla ha finalmente rivelato i prezzi dell’edizione Plaid ad alte prestazioni della Model S e della Model Y, entrambe non vendute in precedenza sul mercato.

Si tratta del secondo taglio dei prezzi da parte di Tesla per i modelli più economici in tre mesi. A fine ottobre, la casa automobilistica ha annunciato tagli ai prezzi fino al 9% sulla Model 3 e sulla Model Y.

Il prezzo della Model 3 è ora di 229.900 CNY (33.415 dollari), rispetto a 265.900 CNY, con una riduzione di 36.000 CNY (5.240 dollari). La Model Y ha un prezzo di 259.900 CNY (37.775 dollari), rispetto ai 288.900 CNY, con una riduzione di 29.000 CNY (4.220 dollari). La Model S Plaid costerà 789.900 (114.809 dollari) e la Model X Plaid 879.900 (127.890 dollari).

L’annuncio di oggi arriva pochi giorni dopo l’ultima relazione finanziaria dell’azienda, che ha rivelato numeri di spedizioni di veicoli a livello mondiale inferiori alle aspettative. In particolare, per quanto riguarda la Cina, la China Passenger Car Association (CPCA) ha riferito che le spedizioni di veicoli Tesla sono scese del 44% a 55.796 unità nel mese di novembre, in quanto la casa automobilistica ha ridotto la produzione e i prezzi a causa della diminuzione della domanda.

Il rapporto CPCA mostra che Tesla è stata superata da due rivali: BYD e SAIC-GM-Wuling Automobile Co, la joint venture di General Motors in Cina. BYD ha superato Tesla per quattro a uno, consegnando 234.598 veicoli.

Anche SAIC-GM-Wuling Automobile Co, la joint venture di General Motors in Cina che produce piccoli veicoli elettrici economici, ha superato Tesla del 53%, secondo l’associazione.

Tuttavia, Tesla ha registrato una crescita in Cina nel corso dell’anno. Il rapporto CPCA rileva che Tesla ha consegnato il 50% in più di veicoli prodotti dal suo piano di Shanghai rispetto ai livelli del 2021.

Lo stabilimento Tesla di Shanghai ha temporaneamente interrotto la produzione a dicembre e, secondo quanto riferito, a gennaio sarà in funzione con una produzione ridotta.

La divisione cinese di Tesla ha recentemente subito un importante cambiamento nella leadership. Reuters ha riportato due giorni fa l’amministratore delegato di Tesla Elon Musk ha promosso Tom Zhu a dirigere gli impianti di assemblaggio statunitensi e le operazioni di vendita in Nord America e in Europa. Questo lo rende il secondo più alto dirigente di Tesla, superato solo da Elon Musk. Non è chiaro se Zhu manterrà anche i suoi attuali titoli e mansioni, come nota Reuters.

Source link