Uber ha dichiarato di aver “completamente ripensato il modo in cui gli autisti accettano le corse” con una funzione chiamata “tariffe anticipate”, che mostra agli autisti esattamente quanto saranno pagati per un viaggio e dove finiranno dopo aver accompagnato un passeggero. Nell’annuncio di venerdì, l’azienda afferma che il cambiamento fa parte della sua spinta a rendere più flessibile la guida per il servizio di rideshare. Uber sta anche pianificando il lancio di una funzione che consente agli autisti di vedere le altre richieste di passaggio nella loro zona, permettendo loro di scegliere i viaggi specifici che vorrebbero fare.

Per gli utenti, i cambiamenti, che sono stati testati in alcune località, potrebbero significare un minor numero di corse annullate perché un autista non vuole effettivamente andare a destinazione o si rende conto che non sarà un viaggio molto redditizio.

Secondo un documento di supporto per le spese anticipate, l’importo mostrato agli autisti prima che accettino un viaggio si basa su “diversi fattori, tra cui le tariffe base, la lunghezza e la durata stimate del viaggio, la distanza di prelievo e i prezzi maggiorati”. Nel documento si legge che se il viaggiatore cambia l’indirizzo di consegna o se c’è “traffico imprevisto” lungo il percorso, la tariffa verrà modificata. Il numero non include inoltre cose come le mance o i tempi di attesa.

Le tariffe anticipate chiariscono quanto gli autisti guadagneranno effettivamente per il viaggio.
Immagine: Uber

Il documento avverte che il passaggio a tariffe anticipate, previsto “nella maggior parte degli Stati Uniti nei prossimi mesi”, potrebbe significare che alcuni tipi di corse fanno guadagnare meno agli autisti. A titolo di esempio, vengono citati i “viaggi lunghi e relativamente veloci (senza traffico)” e i “viaggi in aree ad alta domanda”. Tuttavia, si legge anche che il nuovo sistema farà sì che gli autisti guadagnino di più sui viaggi brevi, sui viaggi con molto traffico, sui viaggi in cui finiscono in un’area con meno motociclisti o sui viaggi in cui devono percorrere molta strada prima di raggiungere il motociclista.

Uber non ha risposto immediatamente a The Vergealla richiesta di commenti su quali aree degli Stati Uniti non avranno tariffe anticipate.

Anche il radar dei viaggi mostra le tariffe.
Immagine: Uber

Oltre alle tariffe anticipate, Uber ha annunciato che introdurrà più diffusamente una funzione chiamata trip radar, che fornisce agli autisti un elenco di richieste di passaggio nelle vicinanze. Gli autisti potranno scegliere le corse che desiderano dall’elenco e, se Uber decide che è una buona corrispondenza, gli affiderà il lavoro. (In un articolo di Uber si legge che sceglierà quali autisti scegliere in base ai tempi medi di attesa per autisti e clienti). Uber afferma inoltre che gli autisti continueranno a ricevere richieste di corse individuali, ma che saranno in grado di utilizzare il radar delle corse per trovare “un’altra corsa che potrebbe andare meglio per loro”.

Source link