Immagine: Adult Swim/Crunchyroll

Insieme alla sua illuminazione lunatica e all’atmosfera cyberpunk, ciò che definisce il Blade Runner sono i suoi replicanti. Questi androidi sono stati gli incidenti scatenanti sia dell’originale di Ridley Scott del 1982 che di Denis Villeneuve Il seguito del 2017, Blade Runner 2049. Mentre i due film riguardano i replicanti, gli esseri sono visti principalmente attraverso gli occhi dei Blade Runner che devono dare la caccia e ucciderli. Entrare nel prossimo Adult Swim e Crunchyroll anime Loto nero, che vuole approfondire gli esseri ed esplorare il loro lato dell’universo di Scott.

In un video dietro le quinte che scava nella creazione dello show, i co-registi Kenji Kamiyama e Shinji Aramaki discutono il loro obiettivo nel dare corpo ai replicanti. Dal momento che il film originale ha un mondo così forte, il duo ha inizialmente lottato su come il loro show si sarebbe inserito in esso. Alla fine, hanno deciso di esplorare qualcosa che non ha ricevuto molta attenzione nei due film.

“Abbiamo pensato che ci fosse un altro mondo che si estendeva oltre l’obiettivo della telecamera”, ha spiegato Kamiyama. “Mi sono chiesto come sarebbe stato se avessimo preso l’approccio di esplorare il mondo dei replicanti, o il tempo in cui vivevano”. Entrambi gli uomini sapevano che questo mondo sarebbe stato significativamente diverso attraverso gli occhi dei non-Runner, un punto di vista che i protagonisti dei due film, Deckard e K, non potevano avere completamente al loro lavoro di Runner. Kamimiya ha anche spiegato che, per quanto amasse l’originale, non voleva che questo influenzasse il suo modo di gestire gli androidi. “Ho cercato il meglio possibile di trovare un mondo che non fosse rappresentato nei due film originali… se mi fossi lasciato coinvolgere troppo da quello, avrei potuto avere una visione del mondo che lo banalizzava”.

L’altro modo in cui hanno voluto differenziarsi dal materiale precedente è con la loro protagonista Elle. Votata da Arisa Shida in giapponese e Matrix Resurrections Jessica Henwick nel dub, Elle è descritta da Aramaki come un tipo “unico” di replicante per la sua attenzione alla vendetta piuttosto che alla semplice sopravvivenza. Ma Aramaki ha anche enfatizzato l’idea della scoperta di sé: non solo Elle che scopre di cosa è capace, ma dei più grandi misteri che circondano il mondo e che verranno risolti durante la prima stagione.

Più avanti nel video, il produttore esecutivo Joseph Chou parla del processo di dare vita allo show con il suo stile artistico in computer grafica. Era importante che lo show si sentisse come Blade Runner, Chou sapeva anche che lo show doveva stare in piedi da solo, in particolare in termini di immagini. “Avevamo bisogno di definire cosa Blade Runner L’anime dovrebbe apparire”, ha detto. Con la computer grafica e il motion capture, sentiva che la rappresentazione dell’azione e la direzione della telecamera era ciò che dava un vantaggio rispetto all’animazione disegnata a mano. Voleva che lo show stesse in piedi da solo invece di inserirlo in uno stile anime già visto prima. Abbiamo bisogno di arrivare ad un punto in cui la gente dica: “Oh sì, voi ragazzi avete reso giustizia al Blade Runner universo… vogliamo essere sicuri di farlo bene”.

Blade Runner: Loto nero arriverà su Adult Swim e Crunchyroll il 13 novembre.


Ti stai chiedendo dove sia finito il nostro feed RSS? Potete prendere il nuovo qui.

.

Source link