Il successo di una raccolta fondi dipende interamente da quanto bene un imprenditore può gestirlo. In questa fase, è importante per i fondatori essere onesti, diretti e riconoscere il valore che gli incontri con i venture capitalist e gli investitori possono portare al di là del solo aspetto monetario.

Qui ci sono cinque indicazioni che i fondatori dovrebbero prendere in considerazione durante il pitching con i venture capitalist:

Essere onesti e precisi

La raccolta di un round di venture è, in un certo senso, un processo di vendita, ma qualsiasi affermazione che potrebbe mettere in discussione l’affidabilità di un fondatore può risultare in un risultato negativo piuttosto che in un investimento.

Come VC, non possiamo sottolineare abbastanza quanto sia importante che i fondatori siano trasparenti e onesti.

Ecco alcuni casi selezionati di tali affermazioni:

  • Sopravvalutazione della trazione o delle entrate, che la due diligence ha portato alla luce.
  • Nascondere gli attributi materiali del team fondatore – come l’impegno di un co-fondatore nell’azienda, che nel migliore dei casi era part-time.
  • Parlare di investitori impegnati che stavano per trasferire denaro all’azienda, solo che erano ancora nella fase di due diligence e alla fine hanno deciso di non investire.

Investire in aziende in fase iniziale significa spesso fare scommesse sulle persone. Come VC, non possiamo sottolineare abbastanza quanto sia importante che i fondatori siano trasparenti e in anticipo. È fondamentale per aiutare a stabilire i semi iniziali di fiducia con un partner di capitale.

Inoltre, la maggior parte degli investitori capisce che le cose cambiano – se ci sono dei cambiamenti materiali durante il processo di diligenza, comunicarli prontamente è un ulteriore segnale di maturità e rettitudine. Questo farà molta strada durante l’aumento di capitale e oltre.

Conosci il tuo BATNA

I fondatori spesso entrano nelle conversazioni con i capitalisti di rischio con una buona conoscenza del loro prodotto e del business. Tuttavia, è comune per gli imprenditori vacillare nella fase di negoziazione, non sapendo quale sia la loro migliore alternativa ad un accordo negoziato (BATNA).

Siamo stati testimoni di fondatori che scambiano l’interesse iniziale nel mercato del rischio per un impegno reale, e aumentano irragionevolmente la loro valutazione, il che li porta a perdere investitori seri. Abbiamo anche visto fondatori non riuscire ad attribuire il valore che i VC seri portano al tavolo e di conseguenza esitare a scontare la loro valutazione, solo per poi rendersi conto che il tavolo del cap esistente manca di potenza di fuoco.

Il modo migliore per i fondatori di scoprire il loro BATNA è quello di eseguire un processo efficiente. Questo richiede:

Source link