Una startup dell’area di Boston, Alsym Energy, ha presentato una batteria ricaricabile che potrebbe potenzialmente eguagliare le prestazioni delle batterie agli ioni di litio a una frazione del prezzo.

Oltre a utilizzare materiali poco costosi e facilmente accessibili come il manganese e l’ossido di metallo, la nuova batteria si basa sull’acqua, secondo quanto riportato da un primo rapporto di Fast Company.

Ciò significa che evita alcuni dei principali inconvenienti delle batterie attuali, come il potenziale di incendio delle batterie agli ioni di litio e l’impatto negativo dell’estrazione sull’ambiente. Inoltre, grazie all’uso di materiali non tossici, il nuovo design della batteria è più semplice da riciclare, il che è sempre un vantaggio.

Soddisfare le aspettative a costi ridotti

I veicoli elettrici stanno diventando sempre più importanti man mano che le nazioni del mondo intensificano i loro sforzi per decarbonizzare la rete elettrica. Questo perché possono contribuire a decarbonizzare sia il trasporto che la fornitura di energia elettrica, riducendo le emissioni di gas di scarico e offrendo flessibilità. Naturalmente, molte case automobilistiche stanno attingendo al mercato producendo veicoli elettrici di lusso; tuttavia, il prezzo elevato rimane ancora oggi un problema. I costi sono in parte dovuti alle batterie agli ioni di litio utilizzate nei veicoli elettrici, troppo costose per poter competere in termini di prezzo con le auto alimentate a combustibili fossili.

È qui che entra in gioco Alsym Energy, che è recentemente uscita dall’anonimato e si è assicurata 32 milioni di dollari dagli investitori. La startup, che ha come primo partner una casa automobilistica indiana, vuole rendere possibile ai produttori la produzione di veicoli elettrici più economici, secondo quanto riportato da un comunicato stampa.

“La nostra motivazione è stata quella di renderlo accessibile, in modo che potesse essere diffuso e non di nicchia”, ha dichiarato Mukesh Chatter, CEO e co-fondatore della startup. Fast Company.

Le batterie di Alsym Energy sono abbastanza economiche da poter essere utilizzate nei Paesi in via di sviluppo per immagazzinare energia solare off-grid. Questo è particolarmente importante per le persone che attualmente non hanno accesso all’energia.

Cosa rende questa nuova batteria così speciale?

La batteria ad acqua utilizza altri componenti economici e facilmente accessibili come il manganese e l’ossido di metallo. Non contiene cobalto, un componente critico e costoso delle batterie al litio, che contribuisce a creare problemi ambientali e di salute nella catena di fornitura. Inoltre, non utilizza il litio, che presenta ulteriori difficoltà di estrazione. Si tratta di un aspetto incredibilmente importante, poiché il litio ha subito un recente aumento di prezzo e si prevede che farà salire il prezzo di altre batterie.

Secondo il team di Alsym Energy, il nuovo progetto ha “prestazioni simili al litio”. Ma a differenza di quest’ultimo, le batterie di Alsym Energy non sono infiammabili. Ciò consente di risparmiare denaro, in quanto non richiede una protezione speciale per evitare gli incendi, e dà alle batterie ulteriori applicazioni, come l’uso nelle navi, dove l’industria è particolarmente preoccupata per il rischio di incendi.

Se tutto va secondo i piani, Alsym Energy inizierà i test beta con i primi clienti all’inizio del 2023, mentre la produzione in grandi volumi inizierà già nel 2025. Il nuovo design della batteria farà sicuramente scalpore in tutto il mondo; tuttavia, la priorità dell’azienda è quella di renderla prima accessibile nelle regioni a basso reddito.

Source link