Le stesse zecche che diffondono la malattia di Lyme possono anche diffondere l’anaplasmosi. Sopra, una zecca di cervo vista al microscopio.
Foto: Victoria Arocho (AP)

Una malattia emergente diffusa dalle zecche sta diventando una grave minaccia per la salute pubblica nello Stato di New York, avvertono i ricercatori in un nuovo studio fuori questo mese. Lo studio ha scoperto che i casi umani di anaplasmosi sono drammaticamente aumentati nello stato negli ultimi dieci anni, e le zecche si trovano portando più frequentemente i batteri responsabili.

L’anaplasmosi è causata dai batteri Anaplasma phagocytophilum, che ha bisogno di invadere i globuli bianchi per sopravvivere. È diffuso dalle stesse due specie di zecche conosciute portare la malattia di Lyme negli Stati Uniti, la zecca dalle zampe nere o cervo (Ixodes scapularis) in Oriente e la zecca dalle zampe nere occidentale (Ixodes pacificus) sulla costa del Pacifico. I primi sintomi, che di solito compaiono una o due settimane dopo un morso, includono febbre, mal di testa e vomito. Ma può anche progredire verso sintomi più gravi come sanguinamento, insufficienza d’organo e, infine, morte. Questi casi gravi sono più comuni nelle persone con sintomi già indeboliti o quando l’infezione iniziale non viene prontamente trattata con antibiotici.

“A differenza della malattia di Lyme, un’altra infezione trasmessa dalle zecche con sintomi precoci simili che possono diventare debilitanti ma raramente causano la morte, l’anaplasmosi può uccidere se non trattata”, l’autrice dello studio Melissa Prusinski, ricercatrice del Bureau of Communicable Disease Control del New York State Department of Health, ha detto a Gizmodo in un’e-mail.

La malattia è stata riconosciuta per la prima volta negli anni ’90, ma non è stata monitorata a livello nazionale dalle agenzie sanitarie fino al 1999. Sebbene i casi di anaplasmosi rimangano bassi rispetto alla malattia di Lyme, la malattia trasmessa dalle zecche più comunemente segnalata, la sua incidenza è costantemente cresciuto col tempo. Nel 2018, ci sono stati circa 4.000 casi segnalati a livello nazionale, secondo i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie, in aumento rispetto ai 348 casi del 2000 (che detto, il 2018 è stato un anno in calo rispetto al più alto picco nel 2017, che ha visto 5.762 casi).

Questo nuovo studio, pubblicato nella rivista CDC Emerging Infectious Diseases, indica che parti di New York sono diventate un importante punto caldo dell’attività dell’anaplasmosi.

Prusinski e i suoi colleghi hanno esaminato i dati di sorveglianza raccolti dallo stato tra il 2010 e il 2018. Questi dati non includevano solo casi segnalati nelle persone ma anche informazioni provenienti da spedizioni nel territorio delle zecche per raccogliere e studiare campioni vivi.

In tutto, ci sono stati 5.146 casi di anaplasmosi segnalati nello Stato di New York (esclusa la città di New York) in quegli anni, con un analogo calo nel 2018 come osservato a livello nazionale. Ma l’ondata generale si è concentrata nella regione di Albany, con casi che sono aumentati di otto volte. Anche l’incidenza delle zecche dei cervi portatrici del batterio è aumentata, dal 2,4% delle zecche stimate nel 2010 al 4,5% delle zecche nel 2018. Dal 2015, l’anaplasmosi è diventata la seconda malattia trasmessa dalle zecche più diagnosticata a New York, dopo Lyme.

“Il nostro lavoro ha dimostrato che l’anaplasmosi è aumentata drammaticamente in alcune regioni dello Stato di New York negli ultimi anni, guidata in parte da un aumento delle zecche infette in queste aree”, ha detto Prusinski. “La dimensione dell’area più colpita dall’anaplasmosi si è spostata e si è espansa nel tempo, mettendo a rischio più residenti dello Stato di New York”.

Come altre malattie diffuse da zecche e insetti, ci sono molteplici fattori dietro l’aumento dell’anaplasmosi a New York e altrove. uno importante protagonista è il cambiamento climatico, con temperature più calde per periodi di tempo più lunghi che consentono alle popolazioni di zecche di crescere più dense e sopravvivere più a lungo nel corso dell’anno. Ma ci sono probabilmente altri pezzi mancanti del puzzle che spiegano perché i casi di anaplasmosi in particolare sono aumentati rapidamente dentro e intorno ad Albany, rispetto all’aumento più graduale osservato con Lyme e altre malattie trasmesse da zecche come la babesiosi. Una teoria, dice Prusinski, è che i batteri responsabili dell’anaplasmosi umana (un’altra variante, trovato nei cervi, non sembra causare malattie umane) sta diventando più diffuso sia nelle zecche che nei piccoli mammiferi di cui si nutrono, ma la ricerca è in corso per capire perché.

Anche se il 2018 potrebbe aver rappresentato un leggero calo nell’anaplasmosi e la pandemia potrebbe aver influito sui rapporti lo scorso anno, Prusinski prevede che l’anaplasmosi continuerà ad essere una minaccia crescente per i newyorkesi, da cui le persone dovranno proteggersi.

“Non esiste un vaccino per prevenire l’anaplasmosi, ma ci sono diversi semplici passaggi che le persone possono adottare per prevenire le malattie trasmesse dalle zecche evitando i morsi di zecca”, ha detto.

Semplici consigli per prevenire le zecche durante le escursioni o le attività attività in possibile tick-le aree infestate come i boschi includono l’uso di abiti di colore chiaro con una trama fitta per individuare facilmente le zecche; usare repellenti per insetti o trattare gli indumenti con composti che uccidono le zecche; e controllando frequentemente i tuoi vestiti e la tua pelle mentre sei all’aperto e dopo essere entrato. Altri suggerimenti possono essere visti qui sul sito del Ministero della Salute.

.

Source link