L’album del 1996 “One in a Million” di Aaliyah è finalmente arrivato sulle piattaforme di streaming venerdì, quasi 20 anni dopo la morte della cantante in un incidente aereo nel 2001. Una grande star negli anni ’90 e nei primi anni 2000, molta della musica di Aaliyah è stata assente dalle piattaforme di streaming negli ultimi due decenni. Come Billboard rivista ha riferito in un lungo articolo all’inizio di questo mese, lo zio di Aaliyah, il produttore musicale Barry Hankerson, e il suo patrimonio, controllato dalla madre Diane Haughton e dal fratello Rashad Haughton, sono stati in contrasto per anni.

Secondo Billboard, Hankerson ha fatto un accordo di distribuzione per rilasciare l’intero catalogo di Blackground Records – che include la musica di Aaliyah così come le registrazioni di altri artisti tra cui Timbaland & Magoo, e Toni Braxton – in streaming a partire da questo mese. Ha detto Billboard non aveva pubblicato le registrazioni di Aaliyah in precedenza perché stava cercando di rispettare la volontà di sua sorella. Billboard rapporti che sono in discussione:

Questa affermazione, tuttavia, è oggetto di discussione. Ma indipendentemente dalla ragione, nel corso degli anni il catalogo è rimasto sullo scaffale, intatto, mentre Hankerson dice di aver aspettato che il tenore della conversazione cambiasse. Di tanto in tanto un artista o un’etichetta si informava sul campionamento o la copertura di una delle canzoni del catalogo, ma con il percorso verso il successo improbabile, una fonte dice che raramente qualcuno ha provato molto. I primi, bassi ritorni monetari dallo streaming nella prima parte degli anni 2010 hanno fatto poco per incoraggiare un’inversione di tendenza, e con il business discografico in caduta libera finanziaria, sembrava che ci fosse poco da guadagnare dallo sforzo se non il contraccolpo.

Allo stesso tempo la notizia che gli album passati di Aaliyah e alcuni brani inediti sarebbero arrivati in streaming a partire da questo mese, la proprietà ha rilasciato una dichiarazionedicendo che proteggere l’eredità della cantante “è e sarà sempre il nostro obiettivo”. La dichiarazione ha fatto riferimento a “tattiche oscure di inganno” e ha chiamato il piano di rilasciare la sua musica un “impegno senza scrupoli”, ma ha aggiunto che il piano “costringe i nostri cuori a esprimere una parola: perdono”.

Vai a leggere questo Billboard segnala che racconta la storia interna di come la musica di Aaliyah è stata nel limbo per due decenni, e perché è finalmente disponibile.



Source link