La rinascita elettrica di Scout, il classico marchio di SUV fuoristrada, sta diventando realtà questa settimana: Volkswagen ha nominato Scott Keogh come CEO della sua nuova società spinoff. L’ex capo del Gruppo VW America, come inizialmente riportato da Axios, ha spinto la VW ad avviare una nuova linea di camion elettrici dopo aver visto uno Scout d’epoca completamente restaurato: “I diritti del marchio erano lì,” ha detto Keogh.

VW ha acquisito il marchio Scout attraverso una fusione del 2020 della sua società di autotrasporti Traton con Navistar, di cui la casa automobilistica tedesca aveva inizialmente acquistato una parte nel 2016. A maggio è stato riferito che il Gruppo VW è disposto a investire 1 miliardo di dollari nel nuovo marchio Scout e ha fissato l’obiettivo di vendere un quarto di milione di fuoristrada elettrici con questo nome ogni anno a partire dal 2026.

Il nuovo CEO di Scout ed ex capo di Volkswagen Group America, Scott Keogh, si trova di fronte a un classico veicolo International Harvester Scout.
Immagine: Volkswagen via Axios

Con Keogh ora alla guida di Scout, il consiglio di amministrazione di Volkswagen a Chattanooga, Tennessee, ha affidato tutte le responsabilità di VW Nord America all’attuale responsabile VW per il Sud America Pablo Di Si. “È giunto il momento di concentrarsi maggiormente sul mercato e sui clienti statunitensi, e un pezzo del puzzle è sicuramente Scout”, ha dichiarato Herbert Diess, CEO del Gruppo Volkswagen. Axios in un’intervista. L’azienda ha dichiarato che svilupperà SUV e pick-up elettrici “True American”, secondo il rapporto, nel tentativo di ripristinare una reputazione che ha subito un duro colpo a causa dello scandalo delle emissioni “Dieselgate”.

VW spera che Scout sia la risposta per raddoppiare la sua quota di mercato statunitense del 5% di veicoli elettrici; la casa automobilistica si è bloccata quest’anno dopo aver esaurito tutte le sue offerte di veicoli elettrici – ID.4 e Audi E-tron inclusi – per il 2022. Nella sua vita precedente, Scout ha costruito un SUV fuoristrada per competere con Jeep negli anni Sessanta e ora è rinata come azienda che può prosperare separatamente da VW (e forse quotarsi in borsa) in modo da poter provare ad affrontare i SUV e i camion elettrici che rimangono una categoria popolare negli Stati Uniti.

Resta da vedere se Scout progetterà SUV dall’aspetto squadrato e retrò come il Bollinger B1 / B2 e l’Hummer EV, che sono stati rinviati a tempo indeterminato, o se seguirà le tendenze di altri SUV medi e compatti con nomi ben noti come la Ford Mustang Mach-E e il nuovo Chevy Blazer. Una cosa è certa: si dice che l’azienda stia lavorando su veicoli adatti al campeggio, al fuoristrada o all’uso lavorativo, il che indica chiaramente che l’F-150 Lightning di Ford e il pick-up elettrico Rivian R1T sono tra gli obiettivi principali.

Source link