La prossima versione di Windows di Microsoft, Windows 11, arriverà il 5 ottobre. In molti modi, è già qui – l’aggiornamento gratuito è stato disponibile per i Windows Insider da scaricare e testare per mesi, e le versioni recenti come la Release Preview saranno probabilmente indistinguibili dal sistema operativo finale.

Avremo una recensione completa da Tom Warren la prossima settimana, ma nel frattempo abbiamo pensato di darvi un’occhiata a come Il Verge in generale si sente circa l’aggiornamento al nuovo sistema operativo – chiedendo ad ogni altro utente Windows di spicco del team di installare la versione più recente sul proprio computer di casa, e raccogliendo le loro impressioni.

Ecco come sta andando finora.

Su un desktop fatto in casa (Core i7-7700K, RTX 3060 Ti) e un portatile Dell XPS 15 del 2017 (Core i7-7700HQ)

Windows 11 insiste che la CPU Intel di 7a generazione del mio desktop non è abbastanza buona, nonostante abbia praticamente tutte le caratteristiche (e un bel po’ più di prestazioni) dei chip di 8a generazione di fascia più bassa nella lista di compatibilità dell’azienda. Ma questo non mi ha impedito di installare una copia di Windows 11 proprio sopra la mia copia di Windows 10 utilizzando l’immagine ISO – Ho solo dovuto accendere il mio modulo TPM e abilitare il Secure Boot nel BIOS della mia scheda madre, e cliccare attraverso un messaggio di avvertimento spaventoso. (Windows ha squalificato il mio portatile di settima generazione e mi ha costretto a fare un’installazione pulita, però, così ho fatto un dual-boot).

Da allora, è stato un aggiornamento praticamente indolore. Quasi tutto era esattamente dove l’avevo lasciato, e quasi tutto funziona proprio come mi aspettavo, compresi i giochi per PC. (Wallpaper Engine ha dimenticato come caricare nuovi sfondi all’inizio, e ci sono state alcune volte in cui il mio sistema non è riuscito a svegliarsi dal sonno). Il lettore di impronte digitali del mio XPS 15 e la webcam con i peli del naso sono ancora terribili, ma non sono peggiori di quanto lo fossero su Windows 10 – Windows 11 ha tirato giù tutti i driver di cui avevo bisogno automaticamente ancora una volta.

Ma niente sembra molto meglio, sia, quindi non vedo alcuna ragione per aggiornare. HDR è ancora un casino, e sono con Tom sulla barra delle applicazioni di Windows 11: è un gigantesco passo indietro. È fastidioso dover lanciare un’app prima di poterla appuntare sulla mia barra delle applicazioni, e fastidioso dover attivare manualmente ogni icona che voglio nella mia barra delle applicazioni. Perché devo lanciare un’intera nuova finestra per regolare il mixer del volume? C’è una ragione per cui i miei dispositivi audio sono in un posto diverso?

Ma non ho trovato abbastanza problemi con Windows 11 per preoccuparmi di disinstallarlo e tornare indietro. – Sean Hollister

Su un portatile Dell XPS 13 7390 del 2019 (Core i7-10710U)

Ho avuto un momento particolarmente brutto nell’aggiornare il mio ultimo computer da Windows 7 a Windows 10 – ho finito per dover cancellare il sistema e ricominciare da zero – quindi sono stato sollevato e, a dire la verità, un po’ sorpreso di come sia andato liscio questo aggiornamento a Windows 11. Tutto funziona ancora, e continua a funzionare, quindi non c’è motivo di fare un ritorno nel panico a Windows 10. L’unico inconveniente che ho sperimentato finora è che, subito dopo l’aggiornamento, sia il browser Chrome che quello Edge si sono rifiutati di mostrare Facebook, ma un riavvio ha risolto il problema.

Detto questo, non sono entusiasta della nuova barra delle applicazioni e del menu Start. Anche se non sono mai riuscito a personalizzare il menu Start come fa Tom, mi piaceva l’aspetto delle piastrelle, e poiché sono un organizzatore accanito, mi piaceva molto il modo in cui potevo raggruppare le piastrelle per riflettere il mio modo di lavorare, e raggrupparle ogni volta che ne avevo bisogno per i miei progetti correnti. Questa nuova barra delle applicazioni, con la sua reale mancanza di opzioni di personalizzazione, sembra un po’ come se Microsoft non avesse più fiducia che i suoi utenti siano abbastanza esperti da gestire un sistema di menu più complesso.

Sto appena iniziando ad esplorare Windows 11, quindi è possibile che troverò più cose che mi piacciano o meno. Ma finora, sta funzionando bene per me – non sono sicuro che mi piaccia di più. – Barbara Krasnoff

Su un desktop fatto in casa (Core i7-4770K, GTX 980 Ti)

Ho fatto molti salti mortali per installare Windows 11 sul mio personal desktop non supportato, pre-TPM, non-Secure Boot. Ho costruito questa macchina nel 2014, l’ho aggiornata a una 980 Ti nel 2015, e da allora è stato il mio unico computer personale di tutti i giorni per il gioco e la fotografia. È stato un solido esecutore su Windows 10 in tutti questi anni, soddisfacendo ancora o superando i requisiti minimi per i giochi che gioco – ai quali non chiedo più di 60 fps con impostazioni modeste.

Per ottenere l’installazione di Windows 11, ho usato una ISO di Windows 10 che ho modificato utilizzando parte della ISO di Windows 11, essenzialmente ingannando Windows 10 nell’aggiornamento alla 11. Il sistema operativo pensava di eseguire un aggiornamento di Windows 10, fino a quando una schermata di login di Windows 11 è apparsa improvvisamente. È stato tutto un po’ rischioso e molto snervante, ma ha funzionato! Non ha nemmeno richiesto un wipe o un’installazione pulita.

Allora, come funziona Windows 11 su una macchina di sette anni fa non supportata, dopo un processo del genere? Sorprendentemente, molto simile a Windows 10. Se si coprissero i cambiamenti dell’interfaccia utente e si allineasse il menu Start a sinistra, sarebbe difficile distinguere la differenza. Lightroom Classic funziona bene con i file RAW della mia fotocamera full frame come fa normalmente, che è appena una tacca o due sopra l’esasperazione, ma passabile. I ragazzi dell’autunno gira ancora ad un solido 60 fps. Diablo 2 risorto è di solito tra i 55-60 fps con un mix di impostazioni basse e moderate. Ci sono stati alcuni piccoli intoppi qua e là quando ho avviato per la prima volta alcuni di questi giochi, ma Windows 10 non era privo di qualche strano gremlin. Ora che ho superato quel processo di aggiornamento incerto, posso riassumere i miei sentimenti verso Windows 11 con una grande scrollata di spalle. ¯_(ツ)_/¯

Non mi dispiace. Non lo amo nemmeno, ma sembra abbastanza carino. A volte una mano di vernice fresca è tutto ciò di cui hai bisogno, nonostante i fastidiosi menu di avvio e le barre delle applicazioni. – Antonio G. Di Benedetto

Su un desktop fatto in casa (Core i5-9600K, RTX 2070)

Ok, avevo la sensazione che l’installazione sul mio PC fai da te sarebbe stata una processo. Ho fallito il controllo della salute del PC. “Ma dottore! Mi sento bene”, mi sembrava che il mio PC dicesse. Come se avessi zero cose da fare in questo particolare giorno, ho deciso che avrei provato praticamente qualsiasi cosa per far passare il test al mio PC, in modo che non avrebbe fatto resistenza durante il processo di installazione.

Il grande ostacolo che io (e il mio PC) abbiamo dovuto superare è stata la conversione del tipo di tabella delle partizioni dell’unità di avvio da MBR a GPT. Ricordo di aver scelto MBR quando ho installato Windows 10? Per niente. Per fortuna, Microsoft ha creato un comodo strumento MBR2GPT.exe che può essere eseguito all’interno del Prompt dei Comandi, facendo rapidamente il lavoro del signore al mio SSD mentre vado in giro online. Potrebbe funzionare per voi. Non ha funzionato per me.

Continuavo a fallire la convalida del disco. Più e più volte. A corto di opzioni, ho fatto un’unità USB avviabile con GParted, con la speranza che potesse fare ciò che l’altro strumento non poteva fare, in modo da poter continuare la mia giornata. Ma a questo punto, ero già diventato impaziente per quanto tempo stava prendendo questo stupido processo. Sono l’unico che usa il mio PC! Non ho davvero bisogno di Secure Boot!

Nel mio fervore per cercare di concludere in fretta, ho, insomma, cancellato tutto il mio sistema operativo. Naturalmente c’erano dei file importanti. No, non ricordo ancora quali siano (e spero di non ricordarlo mai, in modo da non provare rammarico per la mia impazienza).

La buona notizia, credo, è che ora ho Windows 11. Va bene, ma ero contento all’idea di usare Windows 10 per il resto della mia vita. Funziona bene, e non ho pensato davvero a quello che poteva essere, dato che faceva tutto quello che volevo. Credo di aver preso un po’ troppo sul serio quando Microsoft ha detto che Windows 10 era l’ultima versione di Windows. – Cameron Faulkner

Su un portatile Lenovo ThinkPad T480 (Core i5-8250U)

Dato che la mia installazione di Windows 10 è piena fino all’orlo di cose che sarebbe un dolore reimpostare e vari hack che mantengono tutto in funzione, ho deciso di non rischiare nulla e ho installato Windows 11 su una partizione separata. Passando da una partizione all’altra, posso dire che Windows 11 sembra molto più bello ai miei occhi – tranne per il fatto che non si può mettere la barra delle applicazioni in alto, perché Microsoft mi odia.

Non ho ore e ore di test di stabilità, ma per tutta la beta è andato per lo più bene, tranne che per un bug esasperante – se collego o scollego il mio computer dalla corrente, si blocca per alcuni secondi, e lo schermo lampeggia nero alcune volte. Questo non accade in Windows 10, ed è stato un problema da quando ho installato l’anteprima. Recentemente ho anche iniziato ad avere problemi con il mio LG UltraFine 5K. Diventa nero per qualche secondo ogni minuto o due, anche se Windows non sembra registrare che si sia spento. Ho capito che si tratta di un display Thunderbolt fatto principalmente per i Mac, ma questi problemi non sono emersi in Windows 10. Finché non saranno spariti dalla mia installazione di prova, preferirei davvero non aggiornare a Windows 11 sulla mia partizione principale. A parte questi problemi, però, è stato come usare una versione più bella di Windows 10.

Un’ultima nota veloce però: una delle cose di cui ero più entusiasta per Windows 11 era La funzione Hot Reload di Visual Studio, dove sareste in grado di testare rapidamente le modifiche al vostro codice senza doverlo ricostruire. Ho scoperto che ora ce l’ho su Windows 10, e non ha funzionato le poche volte che ho provato ad usarlo. Ah beh. – Mitchell Clark

Su un Surface Pro 4 del 2015 (Core i5, 4GB RAM)

Il mio viaggio in Windows 11 è stato un viaggio accidentato. Ho iniziato con una build di anteprima di Windows 10 non aggiornata sul mio Surface Pro 4, il che significa che non ho potuto ottenere Windows Update per verificare l’idoneità del mio dispositivo per Windows 11. Il mio dispositivo è del 2015, quindi è sicuramente fuori dall’ambito dei 5 anni che Windows raccomanda per Windows 11.

Poiché non ho nulla di valore su questo dispositivo, ho deciso di pulire questo cucciolo con un’installazione pulita di Windows 11 Release Preview. Ho scaricato la ISO da Microsoft, poi ho usato Rufus per formattare il mio drive USB e creare l’USB avviabile. Ho inserito l’USB e la mia piccola macchina ha fatto il resto.

La differenza più notevole tra Windows 10 e Windows 11 per l’SP4: il mio touchscreen è abbastanza laggoso se non del tutto inutile, soprattutto all’avvio. Devo usare il mio mouse e la tastiera per navigare nel login, quando di solito posso scorrere verso l’alto per inserire la mia password (ora il mio Pin di Windows). Mentre alcune delle nuove caratteristiche come Windows Snap funzionano bene, sono rimasto deluso (anche se non sorpreso) che il mio browser web predefinito Firefox non lo supporti ancora. Inoltre, dov’è la mia lista di applicazioni? – Gloria Sin

Su un Alienware R10 (Ryzen 5600X, RTX 3070, 32GB RAM), un Dell XPS 13 del 2020 (Core i7-1165G7, 16GB) e un XPS 13 del 2015 (Core i5-5200U, 8GB)

Una delle mie macchine è abbastanza vecchia da essere stata originariamente spedita con Windows 8, e sono stato sorpreso di scoprire che non soddisfa le specifiche minime supportate da Microsoft per Windows 11. Ha Secure Boot e TPM 2.0, ma la CPU Core i5 è di qualche generazione troppo vecchia per i loro gusti. Nonostante ciò, eseguire un’installazione pulita è stato facile come sempre ed è volata via senza neanche un avvertimento. Windows 11 funziona bene su questo vecchio portatile come Windows 10 – e molto meglio di Windows 8 – nonostante le limitazioni imposte da soli 8GB di RAM.

Su una versione più moderna dello stesso XPS 13, non ho mai guardato indietro dopo aver installato una versione beta di Windows 11. A parte quel piccolo snafu con il menu Start che scompare una notte, non ha avuto alcun problema. Su quella macchina più di ogni altra ho apprezzato le varie modifiche all’interfaccia utente, si sente a casa e si comporta come tale.

Sul mio desktop è dove mi sono imbattuto nel più grande intoppo – il problema di Tom sulla mancanza di visualizzazione dell’orologio su tutti i monitor – ma anche uno dei benefici più significativi. Un nuovo Layout a scatto rende molto più facile allineare Tweetdeck, Chrome e Slack sul mio schermo principale.

L’unica cosa che mi ha fatto rimpiangere l’aggiornamento non era su questi computer, e non è un problema di Windows 11. Mentre cercavo di fare il downgrade a Windows 10 su un altro computer che stavo dando a un amico, il processo di installazione si è imbattuto in un problema di driver non ancora risolto con il processo di installazione di Windows 10 e si è bloccato. Se c’è una possibilità che tu debba fare il rollback, allora non dimenticare che lo farai su un sistema operativo più vecchio/più complicato, e uno che fa fastidiosamente apparire Cortana per qualche motivo. Altrimenti, non ho visto alcun problema nell’aggiornare subito. – Richard Lawler

Su un desktop fatto in casa (Ryzen 9 5900X, RTX 3090)

Rispetto ad alcune delle tribolazioni dei miei colleghi, il mio processo di aggiornamento a Windows 11 è stato misericordiosamente semplice. Al di fuori dell’assicurarsi che tutti i miei file siano stati salvati su un disco rigido esterno e poi rinchiusi in modo sicuro in un bunker schermato e una certa quantità di trepidazione, tutto dall’inizio alla fine è andato per lo più senza intoppi.

La configurazione senza Cortana è sicuramente un miglioramento, ma sono ancora irritato dalla quantità di preferenze e servizi di cui ho bisogno per scegliere in/out. Dai Microsoft, se te l’ho detto una volta, te l’ho detto un milione di volte, smetti di cercare di far funzionare OneDrive per me, non succederà. Potrei capire questa raffica di domande se stessi eseguendo una nuova installazione, ma se sto aggiornando, mi sarei aspettato che ricordasse le mie preferenze.

Una volta che ho finalmente ottenuto le mie preferenze dove volevo e mi sono avviato, il cambiamento più evidente è stato il posizionamento predefinito del menu di avvio. Avere la piccola icona di Windows al centro della barra delle applicazioni ha richiesto un po’ di tempo per abituarsi, ma dopo averla usata per un po’, non posso immaginare di metterla altrove.

Mentre sono contento che il menu di avvio sia molto meno ingombrante, vorrei che Microsoft ci desse più libertà di personalizzare quello spazio. Perché lasciarmi sbarazzare della scheda raccomandata se non posso usare quello spazio per qualcos’altro?

Questi sono tutti cavilli minori, naturalmente, considerando i cerchi che alcuni dei miei colleghi hanno dovuto saltare. Ma tutto sommato, sono contento di aver aggiornato a Windows 11, e sono contento della direzione che Microsoft sta prendendo. – Alice Newcome-Beill

Su un desktop fatto in casa (Ryzen 5 5600X, RTX 3080) e un portatile Razer Blade 14 (Ryzen 9 5900HX, RTX 3070)

Per essere onesto con voi, non so dirvi esattamente perché ho fatto l’upgrade. Uso il mio desktop esclusivamente per il gioco, e nonostante l’insistenza di Microsoft sul fatto che Windows 11 è il miglior Windows per il gioco… non sono sicuro che ci sia molto per sostenere questa affermazione. Ma ho aggiornato comunque e, cos’è questo? Una versione di Windows che forse è davvero attraente? Certo, ci sono punti che si possono trovare che rivelano un Windows pre-glowup (il mio preferito: in qualche modo Windows Media Player era il lettore multimediale di default per gli MP4? Woof, che app) ma nel complesso, posso dire che qualcosa di Windows 11 è fondamentalmente più piacevole da vedere. Avendo usato Mac OS dal ~2001 fino al 2017 ogni giorno, è stato difficile per me ammettere quanto fosse importante quell’ambiente utente per la mia soddisfazione generale nell’usare quei computer per lunghi periodi di tempo. Ma con Windows 11, Microsoft ha fatto progressi significativi verso la fornitura di un ambiente di calcolo desktop che sembra essere stato progettato da veri professionisti. Complimenti!

E questo è stato sufficiente a convincermi a installarlo sul mio nuovo portatile da lavoro, che passo molto più tempo con. In quell’ambiente, lo abbino a un display esterno da 32″. E mentre non sto collegando e scollegando il mio computer portatile tanto quanto in passato (non ho più un posto dove stare!) è stato un miglioramento avere le applicazioni che ritornano nelle loro precedenti posizioni, per la maggior parte. Questa è la “caratteristica” più stupida e con il frutto più basso, ma Microsoft non era troppo imbarazzata per evidenziarla, quindi la riporto qui: Un sistema operativo di 36 anni sviluppato da un’azienda da un trilione di dollari fa sufficientemente i compiti di base. Evviva?

Un’ultima osservazione: Microsoft, non voglio usare OneDrive o Teams. Seriamente, dateci un taglio, è strano. – Chris Grant

Su un desktop fatto in casa (Core i9-9900K, RTX 3080)

Sostituendo Windows 10 con 11 mi sono sentito come se avessi avuto un computer nuovo di zecca. Parte di questo può essere perché avevo un nuovo monitor – ma è anche il sistema operativo! Sembra semplicemente più pulito e più veloce. Ci sono ancora molte piccole stranezze che mi irritano. Menu che non sono stati aggiornati, e altri che sembrano essere stati annientati del tutto (mi mancherà il tuo super dettagliato e super brutto e mezzo nascosto menu di gestione dell’alimentazione).

Ma alla fine sembra solo un aggiornamento. Forse perché Valheim si sente più stabile su di esso che su Windows 10.

Ma forse non ci si può fidare di me per un’opinione su questo. Mi piace il browser Edge basato su Chromium e godetevi la barra delle applicazioni che è al centro della scena. – Alex Cranz

Source link