Gli ospiti cosplay durante il Wizard World Comic Con Chicago 2016.
Foto: Daniel Boczarski (Getty Images)

I fan generalmente pensano a convenzioni di cultura pop come legato a una città specifica: San Diego, Chicago, New York, ecc. Ma quelle convenzioni sono di solito gestite da società più grandi…une ora, dopo la sua ultima acquisizione, una società in particolare è diventato il più grande di tutti. Fan Expo, che gestisce già quasi una dozzina di eventi in tutto il Nord America, ha appena acquisito i diritti di sei Convegni del mondo dei maghi: Chicago, Filadelfia, New Orleans, Portland, Cleveland e St. Louis.

Secondo Newsarama, che la rende “la più grande organizzazione di convegni di fumetti” in tutto il mondo. “Fan Expo HQ è dedicato alla creazione di esperienze per i fan imperdibili ed eccezionali. Siamo oltremodo entusiasti di poter offrire questo ai fan in sei nuove località e siamo lieti che Wizard World abbia riconosciuto la nostra capacità di elevare l’esperienza degli ospiti al livello successivo”, ha dichiarato il presidente del quartier generale di Fan Expo, Aman Gupta. “Non vediamo l’ora di conoscere ciascuna di queste singole comunità, imparare cosa stanno cercando e alzare l’asticella!”

È certamente un enorme cambiamento nella scena della convention poiché il marchio Wizard World, tecnicamente ora Wizard Entertainment Inc., è in circolazione da quelli che sembrano secoli. È stato originariamente fondato nel 1991 come Wizard Press ed è stato l’editore della famosa rivista Wizard. Fondamentalmente era la fonte per scoprire i fumetti e altre notizie da nerd prima che Internet prendesse il sopravvento, e dopo ha continuato a stabilire convention dei fan e altro ancora. Ma come Tlui ha battuto sottolinea, le cose non sono state sempre lisce per l’azienda.

Le modifiche sono già attive sul Sito web di Fan Expo per le convenzioni 2022 non datate in quelle città. Ci sarà ancora un ultimo Wizard World, che si terrà a Chicago in ottobre. Tuttavia, dopo ciò, Wizard World non avrà più alcuna partecipazione nel circuito della convention. L’azienda continuerà a gestire un’attività di collezionismo e ad avere spazio alle convention. Per i fan, è lecito ritenere che questo accordo non cambi molto per loro. La maggior parte delle convention di fumetti sono più o meno le stesse: molte persone, molte cabine, tanti Funko Pop. Solo che ora il nome su tutti gli striscioni, e il tuo badge, è diverso, con i soldi che paghi per entrare in un’altra azienda.

Così molte altre attività, l’industria delle convention di intrattenimento nel suo insieme ha subito un’enorme ammaccatura durante la pandemia di covid-19 in corso. Anche la più grande convention di fumetti al mondo, il Comic-Con di San Diego, gestito da un’organizzazione senza scopo di lucro che gestisce anche WonderCon,ammessa la mancanza di eventi live durante il 2020 ha gravato enormemente sulle finanze dell’azienda. Immagino che sia il caso della maggior parte delle aziende che si affidano agli eventi dal vivo. Quindi forse una vendita come questa non è una sorpresa. La sorpresa sarebbe se fosse l’ultimo.


Ti stai chiedendo dove è andato a finire il nostro feed RSS? Puoi prendi il nuovo qui.

.

Source link