Microsoft ha rilasciato il suo primo Rapporto sulla trasparenza digitale per la piattaforma di gioco Xbox, rivelando che l’azienda ha intrapreso azioni proattive contro gli account “usa e getta” che hanno violato le linee guida della comunità per 4,78 milioni di volte in un periodo di sei mesi, di solito sotto forma di sospensione temporanea.

Il rapporto, che fornisce informazioni sulla moderazione dei contenuti e sulla sicurezza dei giocatori, copre il periodo compreso tra il 1° gennaio e il 30 giugno di quest’anno. Include una serie di informazioni, tra cui il numero di segnalazioni inviate dai giocatori e la ripartizione dei vari “provvedimenti proattivi” (cioè le sospensioni temporanee degli account) adottati dal team Xbox. Microsoft afferma che il rapporto fa parte del suo impegno per la sicurezza online.

Il rapporto contiene una ripartizione trasparente che illustra quali azioni sono state intraprese da Xbox in modo proattivo rispetto a quelle intraprese a seguito di una segnalazione da parte del giocatore.
Immagine: Microsoft

“Sappiamo che Xbox è un luogo speciale per tutti voi”, afferma Dave McCarthy, CVP di Xbox Player Services, in un comunicato stampa. “Crediamo che tutti debbano avere l’opportunità di sperimentare la gioia del gioco, liberi da paure e intimidazioni ed entro i limiti da voi stabiliti”.

I dati rivelano che le “azioni proattive” di Microsoft sono quasi decuplicate rispetto all’ultimo periodo di riferimento e che 4,33 milioni dei 4,78 milioni di azioni totali hanno riguardato account manomessi o utilizzati in modo sospetto al di fuori delle linee guida della piattaforma Xbox. Questi account non autorizzati possono avere un impatto sui giocatori in vari modi, dal consentire imbrogli alla diffusione di spam e al gonfiamento artificiale del numero di amici/follower.

Un’ulteriore disaggregazione dei dati rivela 199.000 azioni proattive intraprese da Xbox per contenuti sessuali per adulti, 87.000 per frode e 54.000 per molestie o bullismo. Il rapporto afferma inoltre che il 100% di tutte le azioni intraprese nell’ultimo semestre in relazione alla manomissione degli account, alla pirateria e al phishing sono state intraprese da Xbox in modo proattivo piuttosto che attraverso le segnalazioni fatte dalla base di giocatori, il che suggerisce che o i giocatori segnalano meno problemi o che i problemi stessi vengono affrontati prima che i giocatori ne siano a conoscenza.

Un grafico che mostra la ripartizione delle misure adottate contro gli account che hanno violato le linee guida della comunità Xbox.

Circa 6,93 milioni di account hanno ricevuto una sospensione temporanea in totale come risultato di azioni proattive e segnalazioni dei giocatori.
Immagine: Microsoft.

A fronte di un aumento delle azioni proattive, il rapporto rivela anche che le segnalazioni fatte dai giocatori sono diminuite in modo significativo nonostante la base di giocatori sia in crescita, notando un calo del 36% delle segnalazioni dei giocatori rispetto allo stesso periodo del 2021. Nell’ultimo periodo i giocatori hanno inviato 33,07 milioni di segnalazioni, la maggior parte delle quali relative a comportamenti di gioco (come imbrogli, uccisioni di squadra o lancio intenzionale di una partita) o comunicazioni.

Microsoft afferma che Ambasciatori Xbox (membri della comunità Xbox che assistono gli altri giocatori con domande di supporto generale) sono stati invitati a vedere in anteprima e a fornire un feedback sul rapporto e che tutte le informazioni sono state raccolte in conformità con il suo impegno per la privacy. L’azienda pubblicherà un nuovo rapporto sulla trasparenza digitale ogni sei mesi per condividere gli aggiornamenti sui progressi compiuti, insieme a una continua revisione degli standard comunitari di Xbox.

Source link