La manutenzione della propria auto personalmente è un processo che richiede tempo, costoso e scrupoloso. È un ciclo che può portare a riparazioni più costose e a problemi di sicurezza lungo la linea, e questo non piace a nessun proprietario di auto.

La startup tecnologica automobilistica con sede in Egitto e Dubai Odiggo è una piattaforma che affronta questo problema. Permette ai proprietari di auto di ottenere l’aiuto di cui hanno bisogno trovando servizi e fornitori di pezzi di ricambio per auto dai fornitori intorno a loro. Poi per i fornitori, aumenta le loro vendite e raggiunge più clienti senza necessariamente la spesa per il marketing.

Odiggo fa parte dell’attuale Lotto estivo YC e si è assicurato un seed round di 2,2 milioni di dollari prima del Demo Day. I roster di investitori esistenti che partecipano al round sono Y Combinator, 500 Startups, e Plug and Play Ventures. Anche VC regionali come Seedra Ventures, LoftyInc Capital, e Essa Al-Saleh (CEO di Volta-Tucks) hanno partecipato.

Ahmed Omar e Ahmed Nasser ha lanciato Odiggo nel dicembre 2019. L’azienda gestisce un mercato che collega i proprietari di auto con i fornitori di servizi che possono risolvere i loro problemi, dall’assistenza e riparazione al lavaggio e manutenzione. Un modello basato sulle commissioni viene utilizzato e Odiggo fa pagare ai fornitori di auto il 20% di commissione su ogni transazione.

Oltre 50.000 proprietari di auto in tre mercati – Egitto, Emirati Arabi Uniti e Arabia Saudita – usano Odiggo. L’azienda lavora anche direttamente con oltre 300 commercianti. Sostiene che il numero di commercianti è cresciuto del 40% mese dopo mese, mentre la sua base di utenti è aumentata del 200% dall’inizio della pandemia.

Noi crediamo siamo in un momento di svolta. È incredibile che da quando COVID ha colpito, Odiggo ha sperimentato una crescita di oltre 10 volte nell’ultimo anno”, ha detto il co-fondatore Omar.

Il CEO Omar ha detto che con questo nuovo round, la priorità di Odiggo sarà raggiungere una crescita consistente mentre espande il suo team in UEA, Arabia Saudita ed Egitto.

L-R: Ahmed Nassir (co-fondatore) & Ahmed Omar (co-fondatore e CEO)

Aggiunge che dal momento che Odiggo attinge a un mix di fonti di dati – comprese le metriche delle auto e il software interno, userà quelle stesse informazioni per fornire più offerte di prodotti.

Odiggo utilizzerà parte del finanziamento per continuare a sviluppare la sua tecnologia e il software del cruscotto, ha detto.

“Per esempio, la piattaforma essere agganciata fino al veicolo del proprietario dell’auto e collegare il veicolo al mercato e fornire frequenti aggiornamenti della condizione del veicolo in modo da essere informato se le gomme sono basse, l’olio deve essere cambiato, o se un servizio è richiesto.”

La pandemia ha sconvolto i settori della mobilità e della logistica, soprattutto nella regione MENA, facendo sì che attori come Odiggo guadagnino molta visibilità presso gli investitori. In un settore che oggi vale oltre 61 miliardi di dollari solo in Medio Oriente e in Africa, Odiggo sta cercando di diventare un leader del mercato. Ha piani ancora più ambiziosi per entrare in borsa nei prossimi tre anni.

“Puntiamo anche ad essere completamente concentrato a spendere di più sul nostro prodotto e sulla tecnologia, poiché la costruzione di un ecosistema per monetizzare richiede più capitale. Il nostro obiettivo è quello di andare in IPO entro il 2024 e raggiungere un miliardo di servizi prenotati, e questo richiede un sacco di effetti di rete, infrastrutture e tecnologia”, ha detto il CEO.

“Puntiamo ad essere la prima azienda da 100 miliardi di dollari che esce dalla regione”, ha aggiunto Nasser.

Alcuni dei suoi investitori, Idris Ayodeji Bello, managing partner di LoftyInc, e Essa Al-Saleh, sono a bordo con il piano della startup nonostante i primi giorni.

“Noi siamo entusiasti di sostenere Odiggo attraverso i nostri fondi Afropreneurs nel suo tentativo di trasformare il mercato dei ricambi auto e fornire un servizio superiore ai clienti, a partire dal MENA. Il team di leadership di Omar e Nasser, supportato dal resto dei dipendenti, sono stati una gioia per lavorare e siamo in un conto alla rovescia per l’IPO”, ha detto Bello in una dichiarazione..

Source link