Facebook sta lanciando un nuovo programma in India per aiutare le piccole e medie imprese ad assicurarsi i prestiti nel mercato dell’Asia meridionale, mentre la società fa un’ulteriore spinta per espandere la sua presenza tra i commercianti.

Il conglomerato sociale ha detto che il suo nuovo programma, chiamato Iniziativa per i prestiti alle piccole imprese, affronta alcuni dei più grandi punti dolenti che le piccole imprese devono affrontare quando si assicurano i prestiti.

L’azienda, che l’anno scorso ha annunciato una sovvenzione di 4,3 milioni di dollari per le piccole imprese in India, ha detto che il nuovo programma permetterà ai suoi partner di prestito di concedere prestiti per piccoli biglietti – che vanno da 500.000 rupie indiane (6.720 dollari) a 50.00.000 (67.200 dollari) – ad un tasso di interesse predefinito del 17%-20% all’anno e non richiederà alle imprese di fornire alcuna garanzia o tassa di adesione, la società ha detto a TechCrunch.

Al momento del lancio, il partner di prestito pilota dell’azienda è Indifi, con sede a Gurgaon, sostenuto dal CDC Group, che erogherà l’importo del prestito entro cinque giorni lavorativi dal completamento di tutte le formalità di documentazione da parte del mutuatario dopo l’accettazione dell’offerta da parte di Indifi. L’azienda si aspetta che altri partner si uniscano al programma.

Facebook ha detto che sta lavorando in “arm’s length” con i suoi partner di prestito, ma questi partner gestiranno tutti i rischi dei pagamenti dei prestiti e determineranno i criteri di ammissibilità. (Sul sito web di Facebook, la società dice che un business deve aver fatto pubblicità sulla famiglia di app di Facebook per almeno 180 giorni al momento della domanda come uno dei fattori di ammissibilità).

Facebook, da parte sua, sta rendendo le imprese consapevoli del programma di prestito e ha lavorato per migliorare il quadro di prestito sottostante, come i limiti del tasso di interesse, la reattività dell’impegno tra il partner di prestito e le imprese (ci sarà un sistema di supporto su chiamata entro un giorno dalla domanda) e la dimensione del biglietto dell’importo del credito.

In una chiamata con i giornalisti venerdì, il capo di Facebook India Ajit Mohan ha detto che le piccole imprese in 200 città indiane possono richiedere il prestito a partire da oggi.

Le imprese interamente o parzialmente gestite da donne saranno inoltre in grado di assicurarsi il prestito ad un tasso speciale di riduzione dello 0,2% all’anno.

Questa è la prima volta che Facebook ha lanciato un programma di questo tipo in qualsiasi mercato, ha detto la società a TechCrunch.

Secondo un sondaggio condotto da Facebook in collaborazione con l’OCSE e la Banca Mondiale l’anno scorso, quasi un terzo delle piccole e medie imprese operative su Facebook nel 2020 ha detto che si aspettava che il flusso di cassa fosse una delle loro sfide principali.

Nessuna monetizzazione

L’azienda non sta monetizzando questo programma. “Crediamo che sia nel nostro interesse che ci sia una crescita massiccia dell’ecosistema delle piccole imprese in India, perché come azienda stiamo giocando a lungo termine. Ne beneficeremo in modo sproporzionato perché molte di queste attività delle piccole imprese avvengono sulle nostre app mentre crescono”, ha detto Mohan al briefing.

“Non stiamo cercando di fare soldi da questo programma. Non abbiamo alcun accordo di condivisione delle entrate. Non stiamo ponendo alcun vincolo su come questo denaro viene speso”, ha detto. “Francamente, stiamo anche sperando che sulla scia di un programma come questo anche altre aziende creino programmi in modo che ci sia più accesso al credito nel mercato. Questo sarà un bene per tutti noi. Non c’è nessun obiettivo transazionale qui”.

Per Facebook, l’annuncio di venerdì è l’ultimo di una serie di sforzi che ha fatto per sfruttare le piccole e medie imprese della nazione sud asiatica. L’azienda, che identifica l’India come il suo più grande mercato per utenti, l’anno scorso ha investito 5,7 miliardi di dollari nel gigante tecnologico indiano Jio Platforms per lavorare, tra le altre cose, alla digitalizzazione delle piccole imprese nel paese.

“Le MSME giocheranno un ruolo significativo nel rilanciare la crescita economica dell’India e raggiungere la sua visione di diventare più autosufficiente. La trasformazione digitale agirà come un catalizzatore per la storia di sviluppo dell’India andando avanti, e l’accesso alle finanze sarà cruciale per questa trasformazione”, ha detto Amitabh Kant, amministratore delegato del think tank Niti Aayog, sostenuto dal governo e molto influente, in una conferenza virtuale venerdì.

“In questo contesto, l’iniziativa Small Business Loans di Facebook è un grande passo nella giusta direzione e sono felice di notare che l’India è il primo paese in cui l’azienda sta lanciando una tale iniziativa.”

Source link