Foto: Alastair Pike (Getty Images)

Si scopre che l’apparente tentativi di contrastare le indagini sulla sua piattaforma non stanno solo danneggiando gli ad blocker, i ricercatori, e regolatori, ma anche gli utenti della sua piattaforma. Questo secondo un nuovo rapporto in tl Markup dettagliando come un recente ritocco alle notizie di Facebook Feed pensato per ostacolare i ricercatori è venuto con l’effetto collaterale indesiderato di ostacolare le persone che usano lo schermo lettori.

Il Markup ha riscontrato che L’ultimo aggiornamento di Facebook aggiunge una serie di cianfrusaglie incomprensibili al codice backend degli annunci e dei post sponsorizzati che spuntano sulla News Feeds in-browser. Apparentemente, questo pezzo di gobbledygook aggiunto aiuterebbe questi post a superare lo stesso tipo di ad-blockers a cui Facebook ha fatto la guerra fino ad ora. Oltre a questo, però, mantiene anche questi stessi post a pagamento fuori dalle mani dei ricercatori che stanno cercando di verificare il modo in cui gli annunci potrebbero influenzare il comportamento delle persone sulla piattaforma su scala.

In passato, abbiamo visto l’azienda bloccare gli sforzi come il NYU Ad Observatory o Progetto di annunci politici su Facebook di Propublica che ha cercato di raccogliere informazioni sulla portata e l’abilità di targeting degli annunci politici in modi che l’azienda spesso rifiuta di affrontare – o che si limita a manca-quando si parla al pubblico. A modo comune in cui questo tipo di progetti analizza post sponsorizzati e non sponsorizzati è, secondo il Markup, utilizzando quello che è noto come un tag ARIAun pezzo di codice HTML di backend che viene aggiunto a tutte le notizie Feed post al fine di renderli leggibili dallo schermo medio software di lettura. Quando viene letto ad alta voce, questo è il codice che differenzia se un utente con perdita della vista sta guardando un post del suo amico o guarda un annuncio.

Ta Markup riporta che questo è il codice che Facebook ha confuso nel suo ultimo aggiornamento, il che significa problemi per lo schermo lettori di schermo e i ricercatori della piattaforma allo stesso modo. Detto questo, il rapporto nota che l’aggiornamento non è stato distribuito a tutti i utenti ancora. Abbastanza che i ricercatori nello spazio, come il capo dell’Osservatorio Ad Laura Edelson, hanno notato un “forte calo” nei dati che i loro strumenti stavano raccogliendo. Mentre sono stati in grado di trovare una correzione, lo stesso probabilmente non si può dire dello schermosoftware di lettura che la gente potrebbe usare.

Lo stesso non si può dire di software di blocco degli annunci come uBlock Origin, che – come alcuni utenti fedeli sono stati veloci a sottolineare-ha iniziato a far trapelare l’annuncio errato sul loro newsfeed di Facebook.

Nel luglio dello scorso anno, un gruppo di ingegneri di Facebook ha pubblicato un post sul blog destinato a mostrare alcuni degli sforzi che l’azienda aveva intrapreso per rendere il suo sito più accessibile a coloro che utilizzano lettori di schermo. Tra gli aggiornamenti elencati c’era un plugin destinato ad avvisare gli sviluppatori di potenziali violazioni ARIA ogni volta che gli sviluppatori inseriscono nuove funzionalità nella piattaforma, una sorta di promemoria che la potenziale aggiunta potrebbe non essere amichevole per gli utenti con visual menomazioni.

Non sembra che l’aggiornamento abbia sollevato alcuna bandiera rossa per gli sviluppatori. Né sembra aver sollevato bandiere rosse in passato, dove abbiamo visto Facebook riferito lasciare i suoi utenti ciechi incapaci di identificare spon-con nel loro News Fbisogno di anni alla volta. Per il bene di questa comunità, speriamo che Facebook sia disposto a mettere da parte la sua miriade di lamentele con gli utenti che bloccano gli annunci e i ricercatori che indagano sugli annunci.

Abbiamo contattato Facebook a proposito di questo rapporto, e aggiorneremo qui quando avremo una risposta.

.

Source link