Foto: Olivier Douliery (Getty Images)

Dopo aver affrontato critiche diffuse, Facebook ha svelato un rapporto sulla trasparenza che ha inizialmente accantonato circa i post più popolari sul suo News Feed pubblico negli Stati Uniti durante il primo trimestre del 2021. Il rapporto offre uno sguardo su quanto la disinformazione sul vaccino covid-19 si sia diffusa online.

Come riportato per la prima volta dal New York Times, che ha pubblicato una denuncia bomba venerdì dopo aver ottenuto una copia del rapporto allora non rilasciato, il link più visto su Facebook tra gennaio e marzo è stato un articolo di giornale aggiornato che suggerisce che il vaccino può essere colpa della morte di un medico della Florida. Il link ha accumulato quasi 54 milioni di visualizzazioni durante questo periodo.

Secondo il rapporto di Facebook, tra le prime 20 pagine più visitate sulla piattaforma durante il primo trimestre c’era Epoch Times, un sito che spinge abitualmente la disinformazione sulla pandemia di covid-19 e le cospirazioni di estrema destra come QAnon.

Sabato, il direttore delle comunicazioni politiche di Facebook Andy Stone ha twittato che le critiche che Facebook ha affrontato per tenere inizialmente il rapporto “non erano ingiuste”, ma ha aggiunto che definire la disinformazione è un processo complesso:

“Le testate giornalistiche hanno scritto del medico della Florida meridionale che è morto. Quando il medico legale ha rilasciato una causa di morte, il Chicago Tribune ha aggiunto un aggiornamento alla sua storia originale; il NYTimes no. Sarebbe stato giusto rimuovere la storia del Times perché era COVID [misinformation]? Naturalmente no. Nessuno sta suggerendo questo e nemmeno io, ma illustra quanto sia difficile definire la disinformazione”.

Stone ha detto che Facebook non ha rilasciato il rapporto prima perché c’erano “correzioni chiave al sistema” che la società voleva fare. Non è entrato in ulteriori dettagli su quali fossero esattamente questi cambiamenti, ma ha postato un link al rapporto su Twitter. In una dichiarazione a il Washington Postha detto che un cambiamento riguardava la correzione di un bug tecnico, ma ha rifiutato di elaborare ulteriormente.

Su TwitterStone ha sottolineato le “lievi differenze” tra questo rapporto accantonato e il rapporto del secondo trimestre Facebook ha fatto rilasciato pubblicamente all’inizio di questa settimana, aggiungendo che Facebook spera di vedere ancora più progressi nel terzo trimestre. Facebook ha rilasciato il suo rapporto Q2 il 18 agosto mostrando i post più popolari negli Stati Uniti da aprile a giugno, che dipinge la società in una luce più lusinghiera. L’Epoch Times fa ancora un’apparizione, la sua pagina di abbonamento si posiziona tra i primi 10 link più visti, ma la maggior parte dei post più performanti riguardano meme, ricette, storie commoventi sugli animali, e, per qualche ragione, vetrine per prodotti CBD e abbigliamento a tema cristiano.

Tuttavia, qualsiasi “correzione chiave” Facebook abbia fatto tra i due rapporti non è immediatamente chiaro. Confrontandoli fianco a fianco, i loro formati sono quasi identici. Facebook usa diverse scelte di parole per spiegare i suoi risultati, ma la sua presentazione dei dati rimane invariata. Facebook non ha immediatamente risposto alla richiesta di commento di Gizmodo.

Sembra che l’unica ragione per cui questo primo rapporto abbia mai visto la luce del giorno era a causa del contraccolpo di Facebook che si dava pacche sulle spalle per la sua trasparenza con il secondo rapporto, mentre seppelliva una serie di dati che lo mettevano in cattiva luce. Per esempio, il vice presidente di Facebook Guy Rosen ha propagandato il social network come “la piattaforma di gran lunga più trasparente su Internet” in una dichiarazione a il Post all’inizio di questa settimana.

“Siamo colpevoli di aver pulito un po’ la nostra casa prima di invitare compagnia”, ha scritto Stone su Twitter. “Siamo stati criticati per questo; e di nuovo, non è ingiusto… dato l’interesse per la prima versione del rapporto che non abbiamo rilasciato, abbiamo deciso di renderlo pubblico. Non è scintillante, ma stiamo cercando di fare progressi”.

.

Source link