Facebook ha recentemente annunciato i suoi attesissimi occhiali da sole indossabili che possono registrare video dalla prospettiva dell’utente. Nonostante molte delle nostre reazioni legittimamente schizzinose a questo nuovo prodotto, una delle decisioni di Facebook in questo lancio è probabile che lo renda un successo dove i Google Glass hanno fallito.

Prendendo una pagina dal curriculum della business school, Facebook ha sfruttato un approccio efficace al suo lancio collaborando con Ray-Ban – una lezione che tutti i manager di nuovi prodotti farebbero bene a ricordare.

Per capire meglio questo, dobbiamo prima rivisitare i Google Glass. È stato lanciato nel 2011 come prototipo solo per utenti selezionati. Coerentemente con l’approccio di Google con il lancio delle beta all’epoca, questi utenti hanno pagato 1.500 dollari per la loro possibilità di giocare e testare quello che sembrava e si sentiva come il futuro.

Nonostante sia stato nominato uno dei Time Magazine’s migliori invenzioni dell’anno, i Google Glass erano pieni di problemi e molto un prodotto incompiuto. Molti hanno commentato in precedenza come uno dei principali fallimenti dei Google Glass sia stato il classico esempio di mettere sul mercato una nuova tecnologia senza un chiaro caso d’uso. Cosa dovevano fare le persone con i Google Glass?

Un altro aspetto importante del lancio dei Google Glass è stato che il design del prodotto è stato fatto in-house e il marketing è stato portato avanti da una campagna di pubbliche relazioni un po’ involontaria guidata dal co-fondatore Sergey Brin, visto indossarli ovunque da Silicon Valley alla settimana della moda. In effetti, Google stava navigando sull’onda del suo successo e offrendo un nuovo giocattolo che sembrava essere inevitabile – ma non aveva un uso chiaro.

Avanti veloce fino all’inizio di questo mese. Facebook ha lanciato nuovi occhiali da sole indossabili che sono stati immediatamente e spesso paragonati ai Google Glass. La domanda nella mente di tutti (a parte se la persona accanto a me mi registrerà senza il mio permesso) è se il tentativo di Facebook sarà un fallimento come i Google Glass. Tuttavia, la decisione di collaborare con il miglior produttore di occhiali da sole Ray-Ban per utilizzare uno dei più riconosciute marche, il Occhiali Wayfarer, come l’attuale indossabile è probabile che la versione di Facebook sia un successo.

Mentre Facebook è a più di un decennio dai suoi inizi imprenditoriali, come molte grandi aziende tecnologiche, deve necessariamente esplorare ai margini dell’innovazione per evitare che il prodotto o servizio renda le sue piattaforme obsolete. Questo significa che molti dei lanci di prodotti che Facebook prende in considerazione richiedono di navigare non in situazioni rischiose o sconosciute – ma inconoscibili. Qual è la differenza?

Il problema che Facebook e molti futuristi della tecnologia devono affrontare è quello che molti chiamano incertezza knightiana. Nel 1921, Frank Knight pubblicò la ricerca che ha sottolineato un’importante differenza tra rischio e incertezza. Per le quattro grandi aziende tecnologiche, il rischio è la gestione delle entrate per garantire che la quota di mercato tra la crescita delle entrate pubblicitarie di Facebook l’anno prossimo continui a superare quella di Google.

Entrambe le aziende hanno un track record di crescita delle entrate, quindi possiamo utilizzare alcuni dati storici per fare previsioni abbastanza decenti sul futuro. La chiave qui è che gli strumenti di previsione hanno forza e quindi sono sfruttati nel processo decisionale.

Ora, paragonare questa situazione al fatto che il bicchiere di Facebook avrà successo è una situazione completamente diversa. A quali record storici possiamo attingere? La domanda sarà simile a quella di Apple Watch nel suo primo anno? O sarà più simile a Zune, il tentativo di Microsoft di competere con l’iPod? Il punto è che la domanda per questo prodotto è inconoscibile, e c’è molto poco valore nella previsione in situazioni inconoscibili – che possiamo anche chiamare incertezza knightiana.

Allora perché Facebook avrà più successo? Perché mentre Facebook non è più una startup, ha sfruttato un metodo imprenditoriale chiave per migliorare le sue possibilità. Vale a dire, ha sfruttato un approccio efficace per il lancio del bicchiere di Facebook, collaborando con Ray-Ban.

Mentre Google ha cercato di inventare il design dei suoi nuovi occhiali – usando la sua immaginazione su ciò che la gente voleva – Facebook ha fatto leva su un design che ha già alcune certezze intorno a sé. Quando un’azienda o un imprenditore sta lanciando un nuovo prodotto o servizio, lavorare in modo collaborativo è un modo fondamentale per ottenere il controllo dei risultati quando gli strumenti predittivi falliscono. L’effectuation è un metodo imprenditoriale che incoraggia gli imprenditori a sfruttare gli aspetti che sono o possono essere sotto il loro controllo.

Lo si fa partendo da chi si è, cosa si sa e chi si conosce. Invece di cercare di prevedere cosa piacerà alla gente in un paio di occhiali e invece di imparare da solo come commercializzare quegli occhiali, Facebook ha scelto di sfruttare il know-how del più grande attore del mercato.

Facebook si è mosso attraverso l’inconoscibile trovando qualcuno che conosceva per aiutarlo a navigare in un’incertezza chiave del suo nuovo prodotto. Solo per questo motivo, ha una migliore possibilità di successo.

In definitiva, le innovazioni dei nuovi prodotti di consumo sono incredibilmente incerte (non rischiose), e la maggior parte fallirà. Questo significa che anche con la partnership di Ray-Ban, può facilmente fallire su tanti altri parametri, ma come un buon imprenditore, Facebook ha aumentato le sue possibilità sfruttando un approccio imprenditoriale chiave per il lancio del suo prodotto – migliorando le sue possibilità di successo.

Source link