Bentornati a This Week in Apps, la serie settimanale di TechCrunch che raccoglie le ultime notizie sui sistemi operativi mobili, le applicazioni mobili e l’economia generale delle app.

Globale la spesa per le app ha raggiunto i 65 miliardi di dollari nella prima metà del 2022, in leggero aumento rispetto ai 64,4 miliardi di dollari dello stesso periodo del 2021, in quanto l’iper-crescita alimentata dalla pandemia è rallentata. Nel complesso, però, l’economia delle app continua a crescere, avendo prodotto un numero record di download e di spesa per i consumatori su entrambi gli store iOS e Google Play nel 2021, secondo gli ultimi dati di fine anno. rapporti di fine anno. L’anno scorso la spesa globale per iOS e Google Play è stata di 133 miliardi di dollari e i consumatori hanno scaricato 143,6 miliardi di applicazioni.

This Week in Apps offre un modo per tenersi al passo con questo settore in rapida evoluzione in un unico luogo, con le ultime novità dal mondo delle app, tra cui notizie, aggiornamenti, finanziamenti alle startup, fusioni e acquisizioni e molto altro.

Volete ricevere This Week in Apps nella vostra casella di posta ogni sabato? Iscrivetevi qui: techcrunch.com/newsletters

Gli utenti di telefonia mobile passano 4-5 ore al giorno nelle app

Crediti immagine: dati.ai

Sembra che siamo ancora tutti dipendenti dalle nostre app! Un nuovo rapporto di questa settimana di data.ai (in precedenza App Annie) ha rilevato che i consumatori in più di una dozzina di mercati mondiali trascorrono dalle quattro alle cinque ore al giorno con le applicazioni. Sebbene il tempo giornaliero trascorso nelle app vari da Paese a Paese, sono 13 i mercati in cui gli utenti trascorrono più di quattro ore al giorno utilizzando le app. Si tratta di Indonesia, Singapore, Brasile, Messico, Australia, India, Giappone, Corea del Sud, Canada, Russia, Turchia, Stati Uniti e Regno Unito.

In tre di questi mercati – Indonesia, Singapore e Brasile – gli utenti di telefonia mobile trascorrono più di cinque ore al giorno con le app.

Sebbene la crescita dell’utilizzo delle app sia un po’ rallentata rispetto al secondo trimestre del 2020, vale la pena notare che due anni fa c’è stato l’apice dei blocchi COVID, che hanno portato l’utilizzo delle app a un’impennata in tutte le categorie, mentre gli utenti lavoravano, facevano acquisti, facevano operazioni bancarie, giocavano, studiavano e partecipavano a riunioni, scuole ed eventi da casa. Se non altro, questo significa che il rallentamento della crescita osservato in un paio di mercati è solo rappresentativo di una normalizzazione delle tendenze, non di un declino più ampio.

Alcuni mercati hanno registrato una crescita significativa nell’utilizzo delle app negli ultimi due anni. Nel secondo trimestre del 2020, gli utenti di Singapore trascorrevano 4,1 ore nelle app. Ora sono passati a 5,7 ore. In Australia, gli utenti sono passati da 3,6 ore a 4,9 ore dal secondo trimestre del 2020 al secondo trimestre del 2022. Entrambi rappresentano un aumento del 40% del tempo trascorso.

Gli sviluppatori iOS francesi fanno causa ad Apple per le tariffe dell’App Store

Apple App Store iOS

Crediti immagine: TechCrunch

Apple sta affrontando un’altra causa antitrust per le tariffe dell’App Store, questa volta intentata da un gruppo di sviluppatori francesi di app per iOS che hanno citato in giudizio il gigante tecnologico nel suo stato natale, la California. I querelanti accusano Apple di pratiche anticoncorrenziali per aver consentito un solo App Store per i dispositivi iOS, il che le conferisce un monopolio nella distribuzione di app per iOS e la possibilità di costringere gli sviluppatori a pagare commissioni elevate sugli acquisti in-app.

La denuncia sostiene che queste commissioni, che si aggiungono ai 99 dollari annui di Apple per il programma di sviluppo, riducono i guadagni degli sviluppatori e soffocano l’innovazione – eppure agli sviluppatori non è consentito offrire metodi di pagamento alternativi secondo le regole dell’App Store di Apple, né possono distribuire le loro app agli utenti iOS al di fuori dell’App Store, nonostante Apple lo permetta sui computer Mac.

Il caso è ora una delle numerose battaglie legali antitrust che Apple sta affrontando, tra cui la causa di alto profilo con Epic Games, produttore di Fortnite, che è in fase di appello, e un’altra da parte del negozio di app alternative Cydia.

Tra gli sviluppatori coinvolti nella class action figurano Société du Figaro, lo sviluppatore dell’app di notizie Figaro; L’Équipe 24/24, lo sviluppatore dell’app di notizie sportive e streaming L’Équipe; e le GESTE, un’associazione francese composta da editori di contenuti e servizi online con sede in Francia, compresi gli sviluppatori di app per iOS.

Da notare che la causa è condotta dall’associazione statunitense Studio legale Hagens Berman, che l’anno scorso ha vinto un accordo da 100 milioni di dollari contro Apple per le politiche dell’App Store e recentemente ha presentato una causa da 1 miliardo di dollari contro Apple per questioni di antitrust relative ad Apple Pay. L’avvocato coinvolto si è anche assicurato in precedenza un accordo da 560 milioni di dollari contro Apple per quanto riguarda la fissazione dei prezzi degli e-book e una accordo da 90 milioni di dollari per conto degli sviluppatori Android. In Francia, l’avvocato antitrust Fayrouze Masmi-Dazi, con sede a Parigi, sta aiutando a gestire le richieste di risarcimento.

Nuovi dati sugli abbonamenti in-app mostrano che il primo mese è fondamentale

Servizio di gestione degli abbonamenti RevenueCat ha fatto un’immersione profonda in più di 10.000 app di abbonamento su iOS e Android per vedere come si sono classificati i tassi di rinnovo degli abbonamenti. Ha scoperto che gli abbonamenti mensili avevano un tasso mediano di primo rinnovo del 56%, che sarebbe aumentato nel tempo. In altre parole, i clienti che non traevano valore dall’applicazione si ritiravano nel primo mese, a dimostrazione di quanto sia importante convincere gli utenti di tale valore nei primi giorni di utilizzo del servizio. Nei mesi successivi, i rinnovi sono stati più elevati: 75% o 81% per il secondo e terzo mese, ad esempio.

L’azienda ha analizzato i dati della propria base clienti per l’analisi, ma fa notare che non mostra tutti i rinnovi su RevenueCat, in quanto ciò influenzerebbe i dati verso i clienti più grandi, come VSCO. Invece, ha preso in considerazione la mediana dei tassi di rinnovo di ogni singola applicazione.

Inoltre, lo sviluppatore di RevenueCat ha dichiarato che David Barnard ha sottolineato che un tasso di rinnovo più basso non è necessariamente negativo, a seconda dell’azienda. Ad esempio, se lo sviluppatore acquisisce utenti in modo organico a basso costo, un tasso più basso potrebbe essere migliore di un tasso di rinnovo più alto con costi di acquisizione dei clienti elevati.

Piattaforme: Apple

  • Apple è in espansione i suoi annunci sull’App Store. In precedenza l’azienda offriva due spazi pubblicitari, nella scheda principale della ricerca e nei risultati della ricerca. I nuovi spazi pubblicitari saranno disponibili nella scheda Oggi dell’App Store e in fondo alle pagine delle singole applicazioni nella sezione “Potrebbe piacerti anche”.
  • Bloomberg ha riferito che iPadOS 16 sarà ritardato di circa un mese , in quanto Apple sta lavorando sulle sue funzioni multitasking. Secondo il rapporto, il rilascio avverrebbe a ottobre, insieme a macOS Ventura.
  • Un nuovo rapporto indica che iOS ha perso il 4% della quota di mercato della spesa pubblicitaria dal lancio di ATT, che rende più difficile il targeting pubblicitario per gli sviluppatori iOS. La sua quota è scesa dal 34% di aprile, con un calo del 4% su base annua secondo Adjust.
  • Digiday riporta che Apple potrebbe costruire la propria piattaforma sul lato della domanda, in base a un annuncio di lavoro che cerca un senior manager per una DSP nell’ambito della sua attività di piattaforma pubblicitaria. La DSP di Apple potrebbe essere incentrata sul servizio di annunci sulle sue proprietà, come l’App Store, ma l’azienda non ha voluto confermare i dettagli.

Piattaforme: Google

  • Google rivelati i finalisti per l’Indie Games Festival, che mette in evidenza alcuni dei migliori giochi presenti su Google Play. Quest’anno l’azienda ospiterà il Festival in Corea del Sud, Giappone ed Europa per gli sviluppatori locali il 3 settembre. In occasione delle finali europee, Google rivelerà anche la classe 2022 che si unirà all’Indie Games Accelerator, un programma che offre agli sviluppatori di giochi indie formazione e tutoraggio.
  • Google ha offerto una guida agli sviluppatori Android su come come supportare i gesti di ritorno predittivi, poiché sta mettendo a disposizione una prima versione dell’interfaccia utente da testare con Android 13, Beta 4.

Commercio elettronico

  • La funzione di live shopping di Facebook chiuderà il 1° ottobre per concentrarsi su Reels. Dopo questa data, gli utenti non potranno più ospitare eventi di shopping dal vivo nuovi o programmati, ma potranno ancora utilizzare Facebook Live per altri eventi dal vivo, senza però poter creare playlist di prodotti o taggare i prodotti in questi flussi.

Fintech

  • Coinbase ha stretto una partnership con BlackRock, che gestisce un patrimonio di 10.000 miliardi di dollari, per fornire ai suoi clienti istituzionali l’accesso alle criptovalute.
  • Starbucks Rewards, il programma di fidelizzazione dell’azienda di caffè che offre vantaggi per gli acquisti dei clienti, si espanderà per includere i premi NFT come parte di una più ampia spinta verso il web3. L’azienda ha dichiarato di avvalersi della consulenza di Adam Brotman, architetto di Starbucks Mobile Order & Pay, per il quale i premi NFT si tradurranno in contenuti esclusivi ed esperienze “uniche”.
  • La SEC è sta indagando sull’applicazione di trading Robinhood rispetto delle regole sulle vendite allo scoperto. La SEC sta indagando dall’ottobre 2021 e ha richiesto ulteriori informazioni alla società nel secondo trimestre 2022. Robinhood ha anche annunciato riduzioni dell’organico del 23% dopo distacco una perdita trimestrale di 295 milioni di dollari. Inoltre, il Dipartimento dei Servizi Finanziari dello Stato di New York ha multato l’unità di criptovaluta di Robinhood per 30 milioni di dollari. per aver violato le norme antiriciclaggio e di cybersicurezza.
  • Un exploit nel portafoglio mobile Slope è probabilmente da attribuire a di un grave attacco alla rete che ha visto migliaia di portafogli svuotati di milioni di dollari.
  • iOS 16 beta 4 aggiunto il supporto per Apple Pay nelle app per browser non-Safari tra cui Chrome, Firefox ed Edge, probabilmente in risposta al Digital Markets Act dell’UE.

Sociale

instagram testing nfts

Crediti immagine: Instagram

  • Instagram ha esteso il supporto per gli NFT a più di 100 paesi in Africa, Asia-Pacifico, Medio Oriente e Americhe, dopo aver lanciato un primo test della nuova funzione a maggio. Gli utenti potranno collegare il proprio portafoglio digitale e condividere gli NFT nel Feed, nelle Storie o nei messaggi. Potranno anche taggare automaticamente i creatori e i collezionisti per l’attribuzione. La funzione si affida sulle integrazioni di Coinbase Wallet e Dapper e sulla blockchain Flow.
  • Il responsabile di Instagram Adam Mosseri è temporaneamente si trasferisce a Londra per lavorare dagli uffici di King Cross di Meta, mentre l’azienda sta ripensando a come dare forma al suo piano per affrontare TikTok con Reels.
  • TikTok è sulla buona strada per superare Facebook nella spesa per l’influencer marketing nel 2022 e supererà YouTube entro il 2024, secondo un rapporto degli analisti. Quest’anno, tuttavia, Instagram si aggiudicherà il triplo dei dollari destinati all’influencer marketing rispetto a TikTok, ovvero 2,23 miliardi di dollari contro i 774,8 milioni di dollari di TikTok.
  • Il Washington Post ha riferito che l’app di intrattenimento video Triller non ha effettuato i pagamenti promessi a una serie di creatori neri. Triller ha negato le affermazioni.
  • Discord ha annunciato che finalmente porterà la sua app per Android alla pari con la sua controparte per iOS. La nuova app per Android è stata ricostruita con React Native, che le consentirà di accelerare il rilascio di nuove funzionalità e la correzione di bug.
  • Pinterest non ha raggiunto gli utili e ha registrato una crescita di utenti pari a zero nell’ultimo trimestre – è fermo a 433 milioni di MAU. La società ha citato una combinazione di fattori per i suoi problemi, tra cui gli impatti persistenti della pandemia, la riduzione del traffico dai motori di ricerca, l’ascesa di TikTok e, come molte aziende che dipendono dalla pubblicità digitale, il contesto economico più ampio. Tuttavia, il titolo è schizzato in alto dopo la notizia (+20% dopo l’orario di lavoro), poiché i ricavi sono stati vicini alle aspettative (664,9 milioni di dollari) e la società è stata elogiata dal nuovo investitore Elliott Investment Management.
  • Pinterest ha anche iniziato a testare una nuova applicazione, Mischia, per creare collage e classifiche. Ma l’applicazione, che include funzioni di ritaglio di immagini e animazioni, richiede per il momento un invito.
  • Una delle migliori app sociali anonime, NGL, che ha raggiunto la vetta dell’App Store all’inizio dell’estate, è stata costretta a modificare la sua applicazione per non ingannare più gli utenti. per impedire agli utenti di pensare di aver ricevuto messaggi da amici, mentre in realtà era un bot a consegnarli. Sia l’app che la rivale Sendit hanno inoltre modificato i loro abbonamenti per includere più funzioni rispetto ai semplici “suggerimenti” su chi sta inviando i messaggi.

Incontri

  • Match Group ha dichiarato che l’amministratore delegato di Tinder, Renate Nyborg, se ne va dopo meno di un anno e che sta riorganizzando il team di gestione dell’applicazione dopo i deludenti guadagni.. Inoltre, ha dichiarato che non sta portando avanti i piani per Tinder Coins, la sua moneta virtuale, né quelli per un metaverso di incontri. L’azienda ha voluto caratterizzare questa interruzione come una semplice pausa, ma non ha offerto alcuna indicazione su se o quando avrebbe rivisto queste idee. L’azienda ha invece parlato di piani per introdurre abbonamenti di durata più breve su Tinder, mentre cerca di capire perché non riesce a convincere nuove persone a provare le app di incontri.
  • L’app di incontri Desti, in stile TikTok, è stata lanciata per abbinare gli utenti in base alle destinazioni preferite per gli appuntamenti, inizialmente nel mercato di debutto di Austin.

Messaggistica

  • Kakao ha incolpato le nuove politiche di pagamento di Google per il calo del numero di acquisti di emoji in abbonamento sull’app di messaggistica KakaoTalk. La cifra è scesa di un terzo rispetto all’anno precedente, ha dichiarato il produttore sudcoreano di app nella sua telefonata di giovedì dedicata agli utili trimestrali.
  • Google è fusione delle applicazioni Meet e Duo. Duo verrà ribattezzata Meet (l’applicazione mobile verrà aggiornata con il nuovo marchio). Questo includerà le funzioni di entrambe le app. Meet si chiamerà Google Meet (originale) e alla fine verrà gradualmente eliminato a favore del nuovo Meet. Non è affatto confuso!
  • Procuratori brasiliani ha chiesto WhatsApp di ritardare il lancio della funzione Comunità in Brasile fino a gennaio. per evitare di diffondere disinformazione sulle elezioni di ottobre.

Streaming e intrattenimento

Crediti immagine: Spotify

  • Spotify ha aggiornato la sua applicazione per risolvere un problema di vecchia data che riguarda la riproduzione della musica, ma chiede ai clienti di pagare per la correzione. L’azienda ha annunciato che introdurrà un pulsante di riproduzione separato e un pulsante di riproduzione casuale nella parte superiore degli album e delle playlist. per facilitare la riproduzione della musica nel modo preferito. Questo sostituisce il pulsante combinato disponibile in precedenza. Tuttavia, il nuovo pulsante viene offerto solo agli abbonati a Spotify Premium, nonostante si tratti di un problema di UI/UX che dovrebbe essere disponibile per tutti.
  • Clubhouse ha iniziato il beta testing di una nuova funzionalità, le comunità private chiamate Case, che consentono a un gruppo di amici di frequentarsi, aggiornarsi, passare da una stanza all’altra e altro ancora. Le Case possono essere tenute private e chiuse oppure gli utenti possono nominare alcuni amici che ne fanno parte.
  • La più grande playlist di Spotify è un podcast video tutto suo. La società ha dichiarato che Brandon “Jinx” Jenkins, conduttore dei podcast “Mogul” e “No Skips”, condurrà il nuovo “RapCaviar Podcast”. Il nuovo podcast video esplorerà il genere rap e includerà gruppi di ospiti.
  • SoundCloud ha annunciato il licenziamento del 20% della sua forza lavoro globale. a causa del difficile contesto economico. Il personale degli Stati Uniti e del Regno Unito sarà informato delle eventuali conseguenze.
  • TikTok ha depositato i marchi “TikTok Music” nei mercati globali, che suggerisce che l’azienda stia valutando il lancio di una sorta di servizio di streaming musicale simile a quello già esistente in alcuni mercati, noto come Resso.

Giochi

Crediti immagine: Torre del sensore

  • Un nuovo rapporto indica che la maggior parte dei generi di gioco mobile ha registrato un calo dei ricavi negli Stati Uniti durante la prima parte dell’anno. Secondo Sensor Tower, I giochi arcade e da tavolo sono state le uniche categorie a registrare una crescita dei ricavi. Gli arcade sono stati il genere in più rapida crescita, con un aumento della spesa dei giocatori del 14,8% rispetto all’anno precedente, per un totale di circa 176 milioni di dollari. Tra i giochi di punta figurano Clawee, Gold & Goblins e Idle Mafia. I giochi da tavolo sono cresciuti dell’1% rispetto all’anno precedente, raggiungendo 388,8 milioni di dollari. Tuttavia, in termini di entrate, Puzzle è stato il più grande con 2,3 miliardi di dollari, in calo dell’8,8% rispetto all’anno precedente. Seguono Casinò (2,2 miliardi di dollari) e Strategia (2 miliardi di dollari). Anche i download di gioco sono diminuiti del 2,5% rispetto all’anno precedente, raggiungendo i 2,4 miliardi.
  • Apple Arcade aggiunto una manciata di nuovi giochi al servizio, tra cui il popolare Jetpack Joyride, , Amazing Bomberman, My Talking Tom+ e Love You to Bits+. L’azienda ha anche ha recentemente ritirato 15 giochi dal servizio di abbonamento.
  • Blizzard e NetEase hanno abbandonato i piani per un gioco mobile di World of Warcraft dopo un disaccordo sulle condizioni finanziarie del titolo, Bloomberg ha riportato. NetEase ha sciolto un team di oltre 100 sviluppatori incaricati di creare contenuti per il gioco – solo alcuni dei quali hanno ricevuto trasferimenti interni.
  • Il servizio di cloud gaming di Amazon, Luna, che permette agli utenti di giocare su cellulari, tablet, PC o Mac, ora supporta Samsung Gaming Hub. su smart TV e monitor Samsung.

Trasporti e viaggi

  • Uber ha stretto una partnership con il servizio di viaggi Omio, con sede a Berlino, per testare le prenotazioni di treni e autobus nella sua applicazione per il Regno Unito. L’inventario di Omio comprende più di 1.000 fornitori di servizi di trasporto.

Utilità e produttività

  • Le applicazioni Google Maps e Search consentono ora ai commercianti di etichettare le loro attività come “di proprietà asiatica”,“, dopo le aggiunte simili che hanno permesso di etichettare le aziende come di proprietà di neri, latini, veterani, donne o LGBTQ+.
  • Microsoft ha lanciato una nuova applicazione Outlook Lite per i telefoni Android a bassa potenza, destinata agli utenti dei mercati emergenti.

Governo e politica

  • La Commissione europea sta indagando sulle politiche di Google Play per possibili problemi di antitrust, , secondo quanto riportato da Politico. In particolare, l’indagine sta esaminando i termini di fatturazione e le commissioni per gli sviluppatori, secondo il rapporto.

Sicurezza e privacy

  • Ricercatori di sicurezza hanno trovato un errore in più di 3.200 applicazioni mobili, che avrebbe permetterebbe loro di di assumere il controllo totale o parziale degli account Twitter. I nomi delle app colpite non sono ancora stati resi noti.
  • Una sentenza della Corte Suprema dell’Unione Europea potrebbe avere importanti implicazioni per le piattaforme e le app online che utilizzano il tracciamento e la profilazione in background per indirizzare gli utenti con annunci comportamentali o per personalizzare i contenuti. La sentenza ha stabilito un precedente secondo il quale anche i dati desunti dalle informazioni apprese da un’azienda su un utente possono essere considerati come un’informazione di base. potevano essere considerati dati personali.

💰 L’app di incontri Desti ha raccolto un milione di dollari di finanziamenti iniziali a luglio, con una valutazione di 5 milioni di dollari. L’azienda produce anche un’app correlata per gli amici, Besti.

📉 Uber venderà la sua quota del 7,8% nell’app di food delivery Zomato per oltre 350 milioni di dollari dopo aver subito una perdita di 707 milioni di dollari nel secondo semestre del 2022.

💰 Locket, una popolare app che consente di pubblicare foto sulle homescreen degli amici, ha raccolto 12,5 milioni di dollari da Sam Altman, CEO di OpenAI, Sugar Capital, Costanoa Ventures, insieme a Mike Krieger, cofondatore di Instagram, e Adam D’Angelo, CEO di Quora.

Banish

Una nuova applicazione per gli utenti dell’iPhone può aiutarvi a navigare sul web senza essere costantemente disturbati da pannelli pop-up che vi pregano di utilizzare l’applicazione dell’azienda. L’applicazione, chiamata Bandireè un’estensione di Safari che aiuta a rimuovere i banner “apri in app” da vari siti web e altri popup che bloccano i contenuti in diversi siti, come Reddit, TikTok, LinkedIn, Twitter, Quora, Medium, Yelp e alcuni siti di Google, per citarne alcuni.

Sebbene esistano diverse estensioni Safari simili per bloccare i banner e gli annunci dei cookie, la piaga dei banner “Apri in app” spesso non viene affrontata dalle soluzioni esistenti.

Per utilizzare Banish, occorre innanzitutto installare l’applicazione sul proprio iPhone, quindi configurarla nelle Impostazioni. Questo comporta alcuni passaggi chiave per il corretto funzionamento di Banish. Ci sono due punti in cui Banish deve essere abilitato, sotto le estensioni di Safari – è necessario attivare l’interruttore accanto a Banish in “Consenti questi blocchi di contenuti” e “Consenti queste estensioni”. Quindi è necessario impostare l’autorizzazione “Consenti” a “Tutti i siti web”. qui sotto. Potete leggere ulteriori informazioni su Banish qui su TechCrunch o scaricarlo dall’App Store per 1,99 dollari.



Source link