In estate del 2019, Timilehin Ajiboye si è incuriosito con l’idea di costruire un’applicazione di viaggio dopo conversazioni con una cerchia di amici.

Un amico ha contattato Ajiboye chiedendogli se era a conoscenza di qualche piattaforma dove poteva trovare nuovi, esteticamente luoghi piacevoli in cui cenare, visitare e scattare foto. E poi, durante un viaggio a Miami, lui e i suoi amici attivamente ha cercato bei posti per mangiare – e fare fotografie.

Senza dubbio: Questi bisogni sono piuttosto vanitosi. Ma Sfondo non è diverso da altre piattaforme globali di social media che permettono agli utenti di scattare foto effimere, flettere il loro stile di vita su storie che scompaiono o scoprire milioni di video brevi personalizzati.

E mentre i social media, in crescita esponenzialmente nell’ultimo decennio, ha cambiato il modo in cui comunichiamo e ci connettiamo, ha anche cambiato il modo in cui viaggiamo.

Più del 36% degli utenti dei social media usano le piattaforme per idee di viaggio, secondo Statista; più del 60% di queste persone condividono foto quando viaggiano.

Instagram controlla la maggior parte di questo traffico, ma Ajiboye ritiene che il processo di ricerca di informazioni relative ai viaggi sulla piattaforma sia diventato ridicolmente che richiede tempo. Egli sostiene che le piattaforme di massa come Instagram che si avventurano in qualsiasi contenuto hanno creato un bisogno di piattaforme di nicchia.

“Instagram è come un sistema operativo per le immagini. Tutto sta accadendo su Instagram – viaggi, bellezza, e-commerce. Lo stesso vale per Pinterest”, ha detto a TechCrunch in un’intervista. Sempre piùtroverete che per alcune persone, usano queste piattaforme per i viaggi e non c’è stata nessuna esperienza creata per i viaggi che tenga conto del 2021, che è la gente ama scattare foto davanti a luoghi che sembrano grandi e condividere con i loro amici.”

Ajiboye ha inventato il nome Backdrop e ha contattato due amici, Damilola Odufuwa e Odunayo Eweniyi, per costruire la piattaforma e trasformarla in un’azienda.

Social media e viaggi

Non c’è attualmente una piattaforma per trovare attraenti luoghi attraenti solo per il gusto di farlo. I fondatori dicono che Backdrop è principalmente costruito per questo, così come la scoperta del viaggio.

Per esempio, i viaggiatori in vacanza a Dubai e alla ricerca di luoghi alla moda tendono a fare tre cose: interrogare amici e conoscenti, fare una ricerca su Google o digitare un hashtag su Instagram.

“Se fai una ricerca su Google o usi Instagram, viene fuori tutto, compresi i risultati irrilevanti per la tua ricerca”, ha detto Odufuwa. “Se stai cercando ristoranti rosa a Dubai, potresti non essere in grado di ottenerlo su Instagram, e Backdrop cambia tutti i tutto questo”.

Crediti d’immagine: Sfondo

Con Backdrop, gli utenti possono scoprire e condividere bellissimi luoghi per scattare foto in base ai loro interessi e criteri. I fondatori credono che con il viaggio post-pandemico che diventa più complesso, Backdrop può servire come un compagno di viaggio per i millennials e Gen Zs, specialmente quelli ossessionato dal viaggiare in posti carini.

Le informazioni critiche su ogni fondale includono orari di apertura e chiusura, indirizzo (collegato a Google Maps), costo e tassa d’ingresso (se presente), disponibilità di Wi-Fi, politica degli animali domestici, posti a sedere all’aperto, accesso per sedie a rotelle e codice di abbigliamento.

TechCrunch ha parlato con alcuni utenti della beta di Backdrop. A seconda dei loro interessi, sono emersi due campi. Alcuni apprezzano la sua funzione Collection, che permette loro di salvare sfondi, combinando i mondi di Google Maps e Pinterest. Altri preferiscono la funzione Explore, vedendola come una combinazione di Google Maps e Instagram.

Con gli hashtag, gli utenti possono trovare luoghi specifici, e la funzione “Backdrop Near Me” permette loro di scoprire altri luoghi che possono visitare vicino a alla loro posizione attuale di Backdrop.

L’azienda ha un team di ricerca fotografica che trova questi luoghi in 26 città a livello globale. Scattano anche delle foto e inseriscono le informazioni necessarie in ogni sfondo.

Mentre Backdrop non ha voluto commentare il numero di utenti in beta, i fondatori dicono che il suo team di ricerca ha raccolto migliaia di foto da queste città: Amsterdam, Dubai, Istanbul, Londra, Los Angeles, New York, Seoul, Parigi, Tokyo, Città del Capo, New Orleans, San Francisco, Chicago, Las Vegas, Miami, Marrakech, Fez, Tangeri, Rabat, Cancun, Cabo, Tulum, Lagos, Abuja, Madrid e Valencia. In media, ci sono da 100 a 300 immagini in ogni città sulla piattaforma.

Usare un team dedicato per caricare le foto non è scalabile a lungo termine e Backdrop lo sa. Pertantol’azienda permette agli utenti di caricare da soli i fondali e di inserire le informazioni necessarie su ogni. Altri utenti recensiscono i post prima di inserirli nella piattaforma, sia tramite upvotes che downvotes. Possono anche recensire gli altri e guadagnare punti riscattabili per aiutare a costruire la comunità.

“Questo è il modo in cui stiamo cercando di passare dal dover personalmente curare gli sfondi e lasciare che la comunità decida il tipo di sfondi che lo rendono alla piattaforma,” Ajiboye ha detto.

“Mentre ci sono casi in cui non necessariamente la foto o il contenuto migliore è in cima alla ricerca, c’è una sorta di democrazia coinvolta nel crowdsourcing dei voti sul contenuto o, nel nostro caso, sugli sfondi. Da parte nostra, cerchiamo anche di rilevare se le informazioni sono accurate, automaticamente.”

Backdrop prevede di aggiungere altre 20 città quest’anno e si è assicurato un giro di amici e parenti a sei cifre per scalare il prodotto. Ma con la scala arriva più responsabilità, una frase a cui i tre fondatori si sono abituati nel corso degli anni.

Il trio si è incontrato più di sei anni fa a Zikoko, una pubblicazione giovanile incentrata sull’Africa, e le loro carriere nella tecnologia e nei media digitali si sono ramificate da lì.

Sfondo

Crediti immagine: Backdrop. I fondatori di Backdrop Odunayo Eweniyi (COO), Damilola Odufuwa (CEO), e Timilehin Ajiboye (CTO)

Odufuwa, che agisce come CEO di Backdrop, guida le PR per Binance in Africa. È anche la co-fondatrice della Feminist Coalition, un gruppo per i diritti delle donne e l’uguaglianza con sede in Nigeria, insieme a Eweniyi, che è il COO di Backdrop.

Eweniyi è anche il COO di PiggyVest, una delle piattaforme fintech più popolari in Nigeria.

Il CTO Ajiboye è il capo esecutivo e tecnico del prodotto di rimessa Sendcash alimentato da criptovalute e della piattaforma di criptovalute Buycoins sostenuta da YC.

Costruire un prodotto globale

Mentre i fondatori hanno gestito diverse imprese, hanno principalmente stato incentrato sulla Nigeria o sull’Africa. Ma Backdrop è molto diverso; il mercato di destinazione è globale. Quindi non ho potuto fare a meno di chiedere ai fondatori: Si sentivano abbastanza concentrati o capaci di gestire l’azienda?

Odufuwa ha risposto dicendo che gestire un prodotto globale non è diverso. Perché ogni fondatore ha gestito multiple venture in rapida successione, non vedranno alcun problema nell’aggiungere Backdrop al mix.

Penso che noi [millennials and GenZs] sono solo davvero bravo a fare il giocoliere. E anche se potrebbe arrivare con l’esaurimento e il burnout, lei impara a fare il giocoliere e Penso che che sia la vita in generale. Ma so che siamo impegnati al 100%”.

Ajiboye ha aggiunto che mentre i fondatori sono grandi compagni di squadra e leader, avranno bisogno di costruire una squadra globale per sostenere l’azienda nel lungo periodo.

“La gente ha fatto cose molto più complesse tutte allo stesso tempo, quindi Non credo che che sarà un problema”, ha scherzato Ajiboye.

Piattaforme di social media sono noti per essere iper-concentrati sulla crescita degli utenti prima di fare ricavi o profitti. E Backdrop, essendo una delle poche piattaforme sociali costruite da africani che ha la possibilità di conquistare un pubblico globale, non ha intenzione di essere un’eccezione.

Se dovesse guadagnare una trazione significativa, i fondatori hanno alcune idee su come la piattaforma farà entrate, citando la pubblicità, le prenotazioni, le prenotazioni, il turismo da partnership private e pubbliche, e le entrate dai creatori di contenuti come alcuni esempi.

“Ci sono molte opportunità con la scoperta e la creazione di contenuti intorno ai viaggi”, ha detto Ajiboye. “Ciò che è molto importante è che una comunità deve esistere e i nostri primi utenti daranno forma a ciò che la piattaforma è. Quindi, in questo momento, la crescita è la priorità e pensiamo ci sono diversi modi in cui il denaro può essere fatto.”



Source link