L’anno scorso Instagram ha aggiunto un modo per gli utenti di filtrare alcuni tipi di contenuti “sensibili” dalla scheda Esplora. Ora Instagram sta ampliando questa impostazione, consentendo agli utenti di disattivare tali contenuti nelle raccomandazioni di tutta l’app.

Instagram non offre molta trasparenza su come definisce i contenuti sensibili o su quali siano quelli che contano. Quando l’anno scorso ha introdotto il controllo dei contenuti sensibili, l’azienda ha definito tali i “post che non violano necessariamente le nostre regole, ma che potrebbero potenzialmente turbare alcune persone, come ad esempio i post che possono essere sessualmente allusivi o violenti”.

I controlli ampliati sui contenuti si applicheranno presto alla ricerca, ai Reel, alle pagine hashtag, agli “account che potresti seguire” e ai post suggeriti nel feed. Instagram ha dichiarato che le modifiche saranno applicate a tutti gli utenti nelle prossime settimane.

Invece di consentire agli utenti di silenziare determinati argomenti, i controlli di Instagram prevedono solo tre impostazioni: una che mostra meno contenuti, l’impostazione standard e un’opzione per visualizzare contenuti più sensibili. Gli utenti di Instagram di età inferiore ai 18 anni non potranno scegliere quest’ultima impostazione.

In un Centro assistenza che spiega in modo più approfondito i controlli sui contenuti, descrivendo la categoria come contenuto che “ostacola la nostra capacità di promuovere una comunità sicura”. Secondo Instagram, questo include:

“Contenuti che possono rappresentare la violenza, come ad esempio persone che combattono. (Rimuoviamo i contenuti graficamente violenti).

Contenuti che possono essere sessualmente espliciti o suggestivi, come immagini di persone in abiti trasparenti. (Rimuoviamo i contenuti che contengono nudità o attività sessuali di adulti).

Contenuti che promuovono l’uso di determinati prodotti regolamentati, come prodotti del tabacco o del vaping, prodotti e servizi per adulti o farmaci. (Rimuoviamo i contenuti che tentano di vendere o commerciare la maggior parte dei prodotti regolamentati).

Contenuti che possono promuovere o raffigurare procedure cosmetiche.
Contenuti che possono tentare di vendere prodotti o servizi basati su affermazioni relative alla salute, come la promozione di un integratore per aiutare una persona a perdere peso”.

Nelle immagini che accompagnano i post sul blog, Instagram osserva che “alcune persone non vogliono vedere contenuti su argomenti come le droghe o le armi da fuoco”. Come abbiamo notato quando è stata introdotta l’opzione, la mancanza di trasparenza di Instagram su come definisce i contenuti sensibili e la sua decisione di non offrire agli utenti un controllo più granulare dei contenuti è preoccupante, in particolare data la sua decisione di raggruppare sesso e violenza come “sensibili”.

Instagram è una piattaforma nota per la sua ostilità nei confronti dei contenuti sensibili. lavoratori del sesso, educatori sessuali e anche emoji sessualmente suggestive. L’aggiornamento rappresenta in generale un’ulteriore cattiva notizia per gli account colpiti dai parametri aggressivi di Instagram per i contenuti sessuali, ma queste comunità sono già abituate a piegarsi all’indietro per rimanere nelle grazie della piattaforma.

Dal nostro punto di vista, non è affatto intuitivo che un utente che non vuole vedere post che promuovono truffe per la perdita di peso e la cultura della dieta sia anche avverso alle immagini di persone in abiti trasparenti, ma Instagram sta chiaramente dipingendo a grandi linee in questo caso. Il risultato è uno strumento che invita gli utenti a disattivare un blob opaco di contenuti “per adulti” piuttosto che un modo significativo per gli utenti di evitare facilmente ciò che preferirebbero non vedere mentre navigano negli algoritmi di Instagram.



Source link