Benvenuti nella nuova era di Instagram, che si trasforma ancora di più in una macchina per tutti i filmati, per tutto il tempo, per mantenere i brevi tempi di attenzione degli utenti all’interno della sua app invece che su TikTok. Oltre a incentivare gli utenti a creare Reel con modelli più semplici che consentono di reagire ai contenuti e una nuova funzione Dual che registra utilizzando contemporaneamente la fotocamera anteriore e quella posteriore, ha aggiunto un’ulteriore scorciatoia per ottenere una grande quantità di nuovi contenuti Reel: praticamente qualsiasi video che si pubblica su Instagram.

Il vostro account è pubblico e avete pubblicato un video di meno di 90 secondi? Il video entra nell’algoritmo di suggerimento di Reels e viene proposto a chi Instagram pensa che lo troverà interessante, per poi essere completamente disponibile per il Remix e l’aggiunta di un tocco personale utilizzando gli strumenti di contenuto integrati.

Instagram: “I post video sono ora condivisi come filmati”.
Immagine: Instagram

Se andate a pubblicare un nuovo video su Instagram, vedrete questa schermata iniziale che segnala il cambiamento.

Mi chiedo se questo possa sorprendere gli utenti che sono stati su Instagram per un po’ di tempo senza immergersi in Reels o trattare i loro contenuti in modo molto diverso rispetto a quanto farebbero, ad esempio, su un account pubblico di TikTok. Questo vale anche per Foto, a modo suo, perché “[i]nelle prossime settimane sarà possibile remixare le foto pubbliche”. E sul vostro profilo, ora i video e i remix sono riuniti in un unico pulsante.

Il Centro assistenza Instagram descrive come funzionano le cose ora:

Per gli account pubblici: Chiunque su Instagram può remixare i tuoi video e i feed condivisi dopo che il remix è diventato disponibile.

Se si dispone di un account pubblico, è possibile disattivare il remix per i filmati, i feed video o entrambi senza modificare le impostazioni sulla privacy dell’account. È inoltre possibile disattivare il remix per i singoli video.

Ci sono alcune eccezioni, come i video postati prima che le cose cambiassero oggi e i video più lunghi di 15 minuti. Il post sul blog indica anche che, al momento, solo i video di durata inferiore a 90 secondi saranno ammessi al sistema di scoperta e raccomandazione.

Le modifiche entrano in gioco proprio mentre Facebook interrompe il suo feed principale, cambiando l’algoritmo in modo che funzioni più simile a quello di TikTok, proprio mentre The Verge con l’opzione predefinita che prevede l’inserimento di un maggior numero di contenuti consigliati, tra cui Reels. Ha bisogno di qualcosa che mostri alle persone qualcosa di più dei semplici video di TikTok ripostati, e i vostri stravaganti video postati su Instagram sono un modo per ottenerlo.



Source link