Foto: Ben Margot (AP)

La gente ora può riparare e armeggiare con i propri dispositivi in base alla legge sul copyright. L’ufficio del copyright degli Stati Uniti (USCO) ha presentato raccomandazioni, approvato oggi dal Bibliotecario del Congresso, per aggiungere esenzioni alle regole del Digital Millennium Copyright Act (DMCA) che regolano l’accesso ai dispositivi e al software. (Questa sezione.) Il grande è il nuovo diritto di entrare in qualsiasi software di consumo abilitato dispositivo (cellulare, computer portatile, ecc.) per scopi di diagnostica, riparazione e manutenzione.

Le nuove esenzioni si allineano con Joe Biden missione per espandere il diritto alla riparazione, incluso come direttiva alla FTC in un ordine esecutivo di luglio. Quell’ordine era più ampiamente mirato a reprimere le aziende monopolistiche che fanno pagare troppo ai consumatori per servizi che non abbiamo altra scelta che ottenere.

L’aggiornamento è significativo per chiunque voglia sostituire a buon mercato uno schermo del telefono, così come studenti e armeggiatori che vorrebbero imparare come funzionano le cose. Ma la legge sul copyright non può ancora fare molto per risolvere il fatto che Google, Amazon, Apple e Microsoft hanno messo il catenaccio ai loro dispositivi, hanno abbattuto il diritto alle fatture di riparazione e hanno fatto incetta di parti, costringendoci semplicemente a buttare via un dispositivo altrimenti riparabile e ad acquistarne uno nuovo.

Quindi il cambiamento non significa che i produttori debbano rendere più facile utenti di aprire il pannello posteriore o fornire le parti, ma vi dà il diritto di provare.

Ora il DMCA ti permette anche di sbloccare il tuo telefono cellulare, il che significa che puoi cambiare operatore senza comprare un nuovo dispositivo. Ae il jailbreak giustificabile è stato ampliato ai router e alle smart TV, il che significa che è possibile aggirare le limitazioni del software del produttore al fine di, per esempio, scaricare app di streaming precedentemente inaccessibili. (Precedentemente approvato le esenzioni permettevano agli utenti di effettuare il jailbreak di Alexa e Google Assistant).

Ma la Electronic Frontier Foundation (EFF), che ha proposto alcune delle esenzioni, ha detto a Engadget che era deluso dal fatto che i permessi di jailbreak non sono andati oltre. Mentre è contento del fatto che il il diritto di riparazione copre più ampiamente i dispositivi di consumo, ha dichiarato che le modifiche non violente sono fondamentali per “le comunità che non sono servite dalle funzioni di default di una tecnologia”.

Espandendo ciò che la EFF avrebbe voluto, l’avvocato senior Kit Walsch ha detto a Gizmodo che l’organizzazione aveva presentato vari esempi di modifiche non violente che dovrebbero essere consentite, tra cui “migliorare il software della fotocamera digitale per consentire nuove opzioni artistiche per i fotografi, rendere la vostra lettiera intelligente accettare cartucce di pulizia di terze parti, personalizzare un drone per operare su un filo invece di volare, migliorare l’interfaccia di un dispositivo per renderlo meno distraente o più accessibile (ad esempio per gli utenti daltonici), e altro ancora.” Questi mod, ha detto, sono stati “lasciati fuori senza molte discussioni”.

Sul sito Fronte di guerra John Deere, gli agricoltori non sono andati oltre. Gli operatori delle attrezzature, che hanno pagato fino a 800.000 dollari per le attrezzature, hanno combattuto per anni contro l’azienda per il diritto di riparare il software che fa funzionare le attrezzature. Anche se tecnicamente lo fanno hanno il diritto di effettuare riparazioniJohn Deere sostiene che il diritto d’autore impedisce agli utenti di accedere al software, e non darà loro i componenti per ripararlo.

“[Farmers] non sono stati in grado di riparare le loro attrezzature di proprietà perché [original equipment manufacturers] si sono rifiutati di vendere le parti necessarie, gli strumenti, la diagnostica, il firmware e i manuali”, ha detto Gay Gordon-Byrne, direttore esecutivo della Repair Association, a Gizmodo via e-mail, aggiungendo che il diritto federale o statale alla legislazione sulla riparazione è davvero ciò che conta.

“Il processo di esenzione è un’enorme perdita di tempo per lo United States Copyright Office, per i fornitori di servizi e per gli avvocati di tutte le parti”, ha aggiunto Gordon-Byrne. “Saremmo molto meglio serviti da una legge che separa la violazione delle prove effettive dalla speculazione teorica”.

Il nuovo esenzioni includono anche alcune che avvantaggiano le biblioteche, che hanno lottato per fare copie digitali gratuite delle opere. Gli educatori possono rippare i film se sono esclusivamente su DVD o Blu-ray che non sono più riproducibili. Ae biblioteche e musei sono ora permesso di creare copie d’archivio di programmi per computer (con strette restrizioni di accesso). Inoltre, alcune sistemazioni sono state fatte per le persone che hanno bisogno di funzioni di accessibilità, permettendo agli educatori di aggiungere didascalie e alterazioni audio alle opere video per l’accessibilità.

Ma altrove, i produttori possono immaginare innumerevoli modi per impedire alle persone di accedere ai propri dispositivi. Apple può ancora ostacolare i riparatori di terze parti aumentando la sua tecnologia in modo che certe caratteristiche non funzionino a meno che non si usi la loro attrezzatura, come legare il Face ID ai propri schermi. Cosa che fanno e faranno.

.

Source link