Questo ha fatto sì che gli investimenti rischiosi come le criptovalute abbiano perso il loro smalto, come dimostrano i drastici cali di prezzo a cui abbiamo assistito per il mercato delle criptovalute nel suo complesso. Dalla valutazione record di tre trilioni, i mercati delle criptovalute si sono ridotti a meno di un terzo in meno di un anno, e il ragazzo immagine delle criptovalute, il Bitcoin, ha perso fedelissimi come Elon Musk.

Il tentativo di Tesla con il Bitcoin

All’inizio del 2021, Tesla, l’azienda di Musk, ha investito 1,5 miliardi di dollari in Bitcoin e un mese dopo ha iniziato ad accettare l’altcoin come pagamento per i suoi veicoli elettrici. Solo dopo le reazioni dell’opinione pubblica per le preoccupazioni ambientali legate all’uso del Bitcoin, Tesla ha cambiato la sua decisione. Tuttavia, ha mantenuto le sue partecipazioni in Bitcoin continuando ad accettare la criptovaluta per i pagamenti delle merci.

Dopo il crollo della criptovaluta e l’incertezza economica che l’ha accompagnata, il mese scorso l’azienda ha liquidato quasi tutte le sue partecipazioni in Bitcoin, come riporta Forbes. Tuttavia, Musk continua a credere nella Dogecoin, una criptovaluta che ha sostenuto più volte in passato.

Perché a Elon Musk piace la Dogecoin?

In un intervista con il Podcast Full Send, Musk ha rivelato che gli piace Dogecoin perché la criptovaluta non si prende troppo sul serio. Al contrario, ha “meme e cani” e “senso dell’umorismo”.

Musk ritiene che la “memecoin”, come era stata originariamente concepita, abbia una migliore “capacità di transazione totale” rispetto al Bitcoin. Per questo motivo Musk, che in passato ha sostenuto Dogecoin, intende continuare ad acquistare il rivale del Bitcoin anche in futuro e continuerà a sostenerlo pubblicamente.

Source link