È iniziata. Elon Musk ha ufficialmente presentato un’istanza per far fallire l’acquisizione di Twitter, e Twitter ha scoperto il suo bluff. Se la vedranno con Musk in tribunale. Anche se da qui in poi le cose si complicheranno, un verdetto importante è già stato emesso dallo stesso Elon Musk: non ha la stoffa per dirigere Twitter. E questo è un duro colpo per la sua mitologia centrale.

Analizzeremo i dettagli del deposito ufficiale della SEC di Musk tra un minuto, ma prima è importante ricordare ciò che ha detto sull’accordo e il motivo per cui ha voluto farlo in primo luogo. Non è che il mondo abbia imposto all’uomo più ricco del mondo l’acquisizione di un social network relativamente piccolo. Inoltre, la condotta di Musk in merito all’affare è stata caratterizzata da un evidente comportamento da troll. Una persona ragionevole potrebbe concludere che non ha mai fatto sul serio, il che sta già portando molti sostenitori di Musk e haters di Twitter a inventare una narrazione a scacchi in 4D che fa sembrare il suo errore intenzionale. Ma.

Ci sono alcune cose che Musk ha detto nella frenesia dell’acquisizione di Twitter che non possono essere ignorate. Perché colpiscono il cuore di ciò che ha costruito la sua reputazione originale: un visionario, un industriale audace, un futurista e forse anche l’uomo che avrebbe risolto il problema del cambiamento climatico e della civiltà multiplanetaria. Certo, ultimamente lavora instancabilmente per attirare un’enorme base di reazionari sociali e di persone di destra che si preoccupano più delle sue trollate che delle missioni di SpaceX o Tesla. Ma la vera credibilità di Musk – se mai ne ha avuta – è stata quella di essere il volto di sforzi veramente enormi e ambiziosi per cambiare il mondo e renderlo migliore.

Probabilmente non ne aveva bisogno, ma ha portato la stessa energia salva-mondo nell’affare Twitter:

  • Musk ha detto di essere stato motivato dal fatto che Twitter era diventato una “piazza cittadina de facto” e che è “davvero importante che le persone abbiano sia la realtà che la percezione di poter parlare liberamente”. (In questo periodo ha parlato spesso di “libertà di parola”).
  • Parlando a una conferenza TED, Musk ha detto che l’accordo non è un modo per fare soldi. Ecco le sue parole esatte: “si tratta del futuro della civiltà, ma a voi non interessa affatto l’aspetto economico”.
  • Più tardi, parlando internamente ai dipendenti di Twitter, Musk ha detto: “Voglio che Twitter contribuisca a una civiltà migliore e duratura in cui comprendiamo meglio la natura della realtà.”
  • Musk: “Twitter ha un potenziale straordinario. Io lo sbloccherò”.

Queste dichiarazioni spiccano su tutto il resto perché (a) cose che sono importanti per il futuro della vita umana non sono cose su cui tipicamente si trolla la gente, e (b) questo dovrebbe essere particolarmente vero se si è Elon Musk, che ha trascorso tutta la sua carriera moderna, a partire da Tesla, coltivando l’idea di essere in missione per salvare il futuro dell’umanità e diffondere la civiltà tra le stelle. Twitta spesso meme stupidi? Si. Ha mandato un’auto nello spazio per scherzo? Certo, ma le missioni delle sue aziende sono molto serie. La missione di Tesla è “accelerare la transizione del mondo verso l’energia sostenibile”. Neuralink vuole costruire dispositivi che aiutino le persone paralizzate a “recuperare l’indipendenza”. E SpaceX? Si tratta di “permettere alle persone di vivere su altri pianeti”.

Quindi: Musk ha intenzionalmente trascorso la sua carriera a occuparsi di alcuni dei problemi più difficili da risolvere al mondo. Tiene molte conferenze, lancia grandi idee e fa molte promesse. Tra l’altro, questa campagna per salvare il mondo gli è valsa una delle fanbase più grandi e attive. su Twitter. E siamo sinceri: l’uomo ama twittare. L’unica persona al mondo che potrebbe amare i tweet più di Elon Musk è stata bandita dalla piattaforma e messa sotto accusa due volte dal Congresso degli Stati Uniti.

Ma ricordate: Musk non ha detto “Voglio comprare Twitter perché amo twittare e comando un esercito di utenti”. Ha detto che Twitter è importante per il futuro della civiltà umana.. E così, spiritualmente, l’accordo si è unito alla schiera delle Tesla e delle SpaceX del mondo.

Quali problemi potrebbero impedire a quest’uomo di liberare il vero potenziale di Twitter? Per contribuire a guidarlo e, insieme alle sue altre aziende, aiutare l’umanità a prosperare in futuro? Nel suo documento SEC fa solo due affermazioni:

  1. Twitter non gli fornisce i dati necessari per capire quanti bot di spam ci sono sulla piattaforma.
  2. Twitter ha licenziato alcune persone e perso alcuni dirigenti.

Questa è roba da deboli piagnoni.

Musk ha continuato a parlare del presunto problema dei bot per un po’ di tempo, arrivando persino a litigare pubblicamente con l’amministratore delegato di Twitter. Non ho intenzione di spiegare l’intera disputa – il Corte di Cancelleria del Delaware sta per esaminare la questione in dettaglio – ma il punto è che Musk vuole fare un enorme affare per un problema noto a tutte le aziende di social media del pianeta, che hanno tutte dedicato grandi quantità di risorse per risolverlo nel corso di diversi decenni. È una posizione fondamentalmente poco seria da parte di un uomo che è disposto a risolvere problemi di portata mondiale come il cambiamento climatico.

Ma supponiamo per gioco che Musk abbia ragione. Dopo aver avviato l’affare, aver guardato sotto il cofano e aver definito i suoi piani per il personale di Twitter, ha scoperto che la popolazione di bot di Twitter è più del 20% che del 5%. E allora? Che cos’è una diffusione di 90 milioni di utenti quando TikTok e Facebook sono davanti a te di miliardi? Se la vostra posizione è che Mark Zuckerberg è un tiranno non eletto della parola, in che modo abbandonare Twitter vi aiuterà ad affrontarlo? E perché nel vostro documento della SEC sostenete che sono in gioco i ricavi degli utenti attivi? Questo non sembra “non preoccuparsi affatto degli aspetti economici”. Sembra che si preoccupi solo degli aspetti economici.

E per quanto riguarda il fatto che l’affare sia saltato perché alcuni dirigenti di Twitter hanno licenziato del personale, pur continuando a operare normalmente e a lanciare nuove funzionalità (ciao, co-tweeting!) – siate realisti. State comprando Twitter per 44 miliardi di dollari. Ora è vostro. Potete fare piazza pulita se volete e correggere o annullare tutte le decisioni sconsiderate che hanno portato la piattaforma nel vostro mirino. Nessuno vi fermerà! Nemmeno la SEC è riuscita a farti smettere di twittare!

Ci sono molte teorie possibili sul perché Musk abbia sottoposto se stesso, Twitter e il mondo a questa farsa. Ma alla fine Musk ha staccato un assegno che il suo mito non è riuscito a incassare.

Ci restano due possibilità. O Musk non crede di poter fare il lavoro che ha promesso a Twitter, e non è la forza che cambia il mondo che è stata fatta passare per lui. Oppure, stava mentendo sul tipo di ideali e visioni elevate che hanno costruito le sue aziende e la sua immagine.

Che tipo di uomo trolla il mondo su un futuro migliore?



Source link