Meno di 24 ore dopo aver completato l’acquisizione di Twitter per 44 miliardi di dollari, Elon Musk ha deciso di cambiare la sua homepage.

Ha chiesto che gli utenti disconnessi che visitano Twitter.com Secondo i dipendenti che hanno familiarità con la questione e che hanno richiesto l’anonimato per poter parlare senza l’autorizzazione dell’azienda, la pagina di Esplora mostra i tweet di tendenza e le notizie. In precedenza, visitando la homepage di Twitter mentre si era disconnessi si vedeva solo un modulo di iscrizione, che invitava a creare un account per visualizzare i tweet. La direttiva di Musk, che è stata attuata nella tarda serata di venerdì, ha richiesto il coinvolgimento dei vicepresidenti per annullare il blocco del codice messo in atto per impedire ai dipendenti disonesti di apportare modifiche durante il processo di acquisizione.

Sebbene Musk non abbia spiegato in modo esauriente le ragioni del cambiamento, per i dipendenti che lo hanno osservato il messaggio è stato chiaro: niente più vacche sacre. Nel vecchio Twitter, una decisione del genere sarebbe stata discussa tra i team per settimane. Ma questo era il nuovo Twitter. Come mi ha detto un ex dirigente: “Questo è sicuramente un modo per far capire che ora sei tu a comandare”.

“Questo è sicuramente un modo per far capire che ora sei tu a comandare”.

La modifica della homepage di Twitter è un esempio di come Musk, a meno di tre giorni dall’inizio del suo regno come “Chief Twit”, abbia iniziato a cambiare rapidamente l’azienda dall’interno. Anche se si sta preparando a licenziare una parte significativa dei dipendenti nei prossimi giorni, ha accelerato le modifiche a Twitter stesso, come l’ordine di rinominare la funzione di abbonamento a pagamento, Super Follows, in “Abbonamenti” in un aggiornamento affrettato dell’applicazione mobile di Twitter. Ha anche discusso di utilizzare Starlink, il servizio Internet via satellite di SpaceX, per rendere Twitter disponibile nei Paesi in cui attualmente è difficile accedervi.

I dipendenti incaricati di portare a termine i compiti di Musk hanno lavorato fino a tarda notte e nel fine settimana, mentre i loro manager stilavano liste di membri del team da licenziare. Quando Musk ha licenziato l’ex amministratore delegato Parag Agrawal e altri dirigenti la scorsa settimana, lo ha fatto “per giusta causa” nel tentativo di evitare di pagare le decine di milioni di azioni che avrebbero altrimenti ricevuto, ha detto una persona che ha familiarità con la situazione. (L’informazione segnalato per la prima volta che Musk ha licenziato i dirigenti di Twitter per giusta causa).

Ora i dipendenti temono che i licenziamenti inizino prima del 1° novembre, quando una percentuale significativa di loro riceverà sovvenzioni in azioni pagate in contanti a 54,20 dollari per azione. Poco dopo la pubblicazione di questa storia, Musk ha twittato: “Questo è falso”. in risposta a un tweet che riportava un’altra notizia secondo cui i licenziamenti sarebbero avvenuti prima di quella data.

Nel frattempo, Musk si sta affidando alla sua cerchia ristretta per capire meglio ciò che ha appena comprato. Si è rintanato in un’area isolata della sede di San Francisco di Twitter, con una flotta di Tesla parcheggiate all’esterno e nuove guardie di sicurezza che presidiano l’ingresso. Decine di persone del suo ufficio di famiglia, di altre aziende e della cerchia sociale sono state aggiunte all’elenco dei dipendenti di Twitter e hanno ricevuto indirizzi e-mail aziendali, secondo quanto riferito dai dipendenti e dalla corrispondenza interna visionata da The Verge.

Tra questi figurano Alex Spiro, l’avvocato personale di Musk che agisce come consulente generale de facto di Twitter; Andrew Musk, un suo parente che lavora per la sua startup di interfaccia cerebrale Neuralink; Jehn Balajadia, COO di The Boring Company; David Sacks, un influente donatore politico e membro della “mafia di PayPal”; Jason Calacanis, un VC e amico di lunga data di Musk; e Sriram Krishnan, un ex leader di prodotto di Twitter e attuale VC presso Andreessen Horowitz, anch’egli amico di Musk. (Il New York Times ha riferito per la prima volta che alcune di queste persone si sono incontrate con i dipendenti di Twitter).

Anche Kayvon Beykpour, l’ex responsabile dei prodotti di Twitter licenziato da Agrawal a maggio, è stato visto in ufficio venerdì scorso, scatenando voci su un suo possibile ritorno. A complicare questa ipotesi c’è il fatto che l’attuale responsabile dei prodotti di Twitter, Jay Sullivan, è ancora in azienda.

“Nelle prossime settimane Twitter si concentrerà sull’identità e sulla sicurezza”.

Sabato scorso Calacanis, co-conduttore del popolare programma All-In podcast che Musk è stato ospite di all’inizio dell’anno, ha twittato di aver incontrato Yoel Roth, responsabile della sicurezza di Twitter, e di essere “rimasto impressionato dalla sua dedizione a & prospettiva sui problemi di sicurezza”. Il tweet citava un di Roth che illustrava come l’azienda stesse bannando gli account coinvolti in una “campagna di trolling” che twittava insulti razziali. “Nelle prossime settimane Twitter si concentrerà in modo mirato sull’identità e sulla sicurezza”, ha dichiarato Calacanis. un altro tweet.

Il primo ordine del giorno di Musk è stato quello di capire chi vuole mantenere nell’organizzazione ingegneristica di Twitter. Venerdì, agli ingegneri è stato chiesto di stampare i loro recenti contributi al codice degli ultimi 30-60 giorni e di portarli per essere esaminati da Musk e dagli ingegneri di Tesla. Poi è stato detto loro di stracciare le stampe e di mostrare il codice sul proprio computer, come se fosse un’idea di un’azienda. riportato per la prima volta da Platformer Casey Newton. Alcuni ingegneri sono stati incollati a un account Twitter che tiene traccia degli spostamenti del jet privato di Musk, prevede che lunedì lui e gli ingegneri di Tesla si recheranno presso gli uffici dell’azienda a New York per continuare le revisioni del codice.

Ai manager è stato detto che lo scopo delle revisioni è che Musk vuole vedere chi è in grado di lavorare con la velocità e l’efficienza che lui richiede, e che vuole eliminare i manager ingegneri che non scrivono regolarmente codice. “I manager del software devono scrivere un ottimo software o è come essere un capitano di cavalleria che non sa andare a cavallo!”. ha twittato a maggio.

L’ufficio comunicazioni di Twitter, che ha smesso di rispondere alle richieste della stampa dopo l’acquisizione da parte di Musk, non ha risposto a una richiesta di commento per questa storia.

Sapete qualcosa di più su ciò che sta accadendo all’interno di Twitter? Se sì, mi piacerebbe chiacchierare in modo confidenziale. Potete contattarmi via e-mail: alex.heath@theverge.com o tramite il modulo di contatto sul mio Linktree. Poi possiamo creare un thread sicuro su Signal.

Aggiornamento del 30 ottobre, 5:40PM ET: Aggiunto un tweet di Musk che confuta l’affermazione che i licenziamenti di Twitter sarebbero avvenuti prima del 1° novembre.



Source link