Riprese da un video promozionale pubblicato da Joby Aviation nell’agosto 2021.
Gif: Aviazione di lavoro/YouTube

Joby Aviation ha fatto il suo debutto mercoledì come società quotata in borsa alla Borsa di New York in aumento di oltre il 25% dopo l’apertura al prezzo di $ 10,62. Joby è attualmente promettente servizio di aerotaxi per il pubblico entro il 2024, un ambizioso piano per la sua veicoli elettrici a decollo e atterraggio verticali, noti come eVTOL.

Cosa rende gli aerotaxi di Joby migliori degli elicotteri tradizionali? Sono elettrici e sono più silenziosi. Altrimenti, fanno esattamente la stessa cosa di un elicottero che potrebbe trasportare quattro passeggeri e un pilota. In che modo Joby lo trasformerà in un’attività redditizia? Presumibilmente, prendendo di mira i ricchi con la promessa di viaggi veloci e senza TSA di 150 miglia o meno.

Joby è diventato pubblico mercoledì fondendosi con una cosiddetta società di assegni in bianco chiamata Reinvent Technology Partners, guidata dal cofondatore di LinkedIn, Reid Hoffman. La fusione è ciò che si chiama an Affare SPAC, che consente alle aziende di quotarsi in borsa rapidamente e con meno controllo finanziario rispetto a una IPO tradizionale.

Gli eVTOL della società californiana hanno un’autonomia di oltre 150 miglia, secondo il sito Web di Joby Aviation, e possono volare a una velocità massima di 200 miglia all’ora. E uno dei principali punti di forza è che gli utenti potranno prenotare i loro viaggi tramite un’app. In effetti, Joby sta cercando di vendersi come l’Uber dei viaggi aerei, anche usando il termine “ridesharing” nel suo comunicato stampa.

“Con la sua tecnologia avanzata, crediamo che Joby sia ‘Tesla incontra Uber nell’aria’ e il leader indiscusso nello spazio eVTOL e del ridesharing aereo”, ha affermato Hoffman in una nota.

Il problema, ovviamente, è che Uber ha adottato il termine “ridesharing” perché i suoi autisti usano la propria auto e “condividono” un passaggio con uno sconosciuto. Il modello di business di Joby non si basa sul fatto che i piloti “condividano” un passaggio con nessuno. Sono piloti assunti per fare un lavoro con aerei che non possiedono. O, almeno, lo faranno quando alla fine inizieranno le operazioni.

Mentre alcune testate giornalistiche, come Notizie Bloomberg, fai riferimento ai veicoli di Joby come “macchine volanti”, non sono affatto macchine volanti. Auto volanti, una promessa di futuro per oltre un secolo, sono veicoli che possono essere guidati sia su strada che in volo. Joby non si preoccupa di nulla che guidi a terra. Questi veicoli elettrici sono esclusivamente per l’aria.

Ed è quel sogno solo aereo che probabilmente significherà che Joby avrà un lavoro più facile da decollare. Ma facile non è la stessa cosa di facile. Joby deve ancora ottenere la certificazione dalla Federal Aviation Administration, cosa che potrebbe richiedere anni. Joby, da parte sua, dice di aspettarsi la certificazione di aeronavigabilità entro il 2022.

Curiosamente, sembra che Joby voglia intraprendere un’attività secondaria di greenwashing con qualcosa come i crediti di carbonio, sulla base di un rapporto di CNBC:

Mentre le entrate principali dell’azienda proverranno dalla gestione degli aerotaxi, sta anche cercando di capire come generare e vendere crediti normativi ambientali ad altre aziende dell’aviazione che dovranno compensare le loro emissioni di carbonio.

Sembra un po’ come se la Tesla di Elon Musk entrasse in bitcoin. Il lato dell’auto elettrica del business di Musk potrebbe perdere denaro, ma quella falsa valuta digitale è esplosa di prezzo da quando Tesla ha acquistato $ 1,5 miliardi ne vale la pena.

E se la spinta del marketing di Joby come il prossimo Uber non lo metterà sopra le righe, l’azienda si appoggerà fortemente all’angolazione ambientalista.

“L’aviazione collega il mondo in modi estremamente importanti, ma oggi lo fa a spese del nostro pianeta”, ha affermato JoeBen Bevirt, fondatore e CEO di Joby, in un comunicato stampa.

“Rendendo Joby pubblico abbiamo l’opportunità di guidare una rinascita dell’aviazione, rendendo il volo a emissioni zero una parte della vita quotidiana. Questo è il momento clou della nostra generazione, e noi di Joby siamo orgogliosi di appoggiarci”.

Una flotta di elicotteri elettrici suona bene? Sicuramente sì. L’azienda troverà abbastanza clienti per quella che presumibilmente sarà una corsa in aerotaxi piuttosto costosa? Lo scopriremo nei prossimi due anni.

.

Source link