Ciao a tutti e bentornati a Reazione a catena.

La scorsa settimana abbiamo parlato di 4,5 miliardi di dollari in nuovi fondi di criptovalute da parte di a16z. Questa settimana parliamo dell’arresto che ha fatto sudare tutti gli operatori del settore NFT.

Se volete ricevere questo articolo nella vostra casella di posta ogni giovedì pomeriggio, potete iscrivervi alla pagina della newsletter di TechCrunch.


Crediti immagine: Immagini Getty Images

crimini del futuro

Lo spazio delle criptovalute si è mosso così rapidamente negli ultimi due anni che i costruttori sembravano generalmente credere che le regole esistenti non si applicassero a loro. Ebbene, dopo anni di azioni legali a passo di lumaca, sembra che i procuratori statunitensi stiano iniziando a pensare che sia giunto il momento di sfidare questa percezione.

Questa settimana, l’Ufficio del Procuratore degli Stati Uniti del Distretto Sud di New York ha arrestato e denunciato un ex dirigente di OpenSea che ha sfruttato la sua posizione per anticipare i progetti NFT che sarebbero stati inseriti nella home page del marketplace. I membri della comunità hanno scoperto le sue azioni seguendo le sue attività sulle blockchain pubbliche.

Mi sarebbe piaciuto approfondire l’argomento durante il podcast, ma la notizia si è diffusa mentre stavamo registrando, quindi vi lascio qui con alcune riflessioni.

L’arresto è stato uno shock enorme per gli operatori del settore NFT, che in genere ritenevano che Nate Chastain avesse agito in modo non etico, ma che non potesse trattarsi di “insider trading” perché gli NFT non erano titoli. Questa è una convinzione che avevano in molti, compreso il capo di Chastain alla OpenSea, che lo ha licenziato.

“Credo che ci sia stata un’errata interpretazione della questione come insider trading. Non consideriamo le NFT come attività finanziarie, quindi non si applica. È un termine molto specifico per una cosa molto specifica”, ha dichiarato a OpenSea Devin Finzer. Decriptare a settembre.

Ci sono moltissime persone che stanno leggendo attentamente il comunicato stampa dell’SDNY, che afferma di aver accusato specificamente Chastain “di frode telematica e riciclaggio di denaro in relazione a uno schema per commettere insider trading di gettoni non fungibili”. In particolare, i NFT vengono descritti come “beni digitali” più avanti nel comunicato. Inoltre, vale la pena ribadire che è il DOJ – e non la SEC – ad accusarlo, sebbene sia la Securities and Commodities Fraud Task Force dell’Ufficio ad occuparsi del caso.

Ora, perché le criptovalute non vogliono che gli NFT siano classificati come titoli? Beh, ci sono molti orientamenti normativi in materia, e la maggior parte ritiene che l’assoggettamento unilaterale delle NFT alle leggi sui valori mobiliari metterebbe a soqquadro l’industria; di certo alzerebbe la barriera d’ingresso per la creazione di NFT e limiterebbe molte delle sperimentazioni in corso in questo spazio.

Un’altra grande ragione per cui sarebbe negativo se le NFT venissero trattate come titoli è che significherebbe che un sacco di persone hanno fatto cose illegali per un tempo terribilmente lungo.

Lo spazio NFT ha superato l’ultima corsa al rialzo delle criptovalute senza che una regolamentazione significativa si abbattesse su di esso. Poiché i volumi degli NFT iniziano a mostrare segni di rallentamento, si teme che una maggiore regolamentazione possa essere dietro l’angolo.


l’ultimo pod

Come va, Anita è qui per darvi un’anteprima dell’ultimo episodio del nostro podcast Reazione a catena, in cui esaminiamo le ultime novità del web3, blocco per blocco, per i curiosi della crittografia.

Questa settimana abbiamo parlato del nuovo approccio di Coinbase a quello che può essere uno degli aspetti più ansiogeni della vita aziendale: la valutazione delle prestazioni. La nostra collega, Amanda, ha scritto di come la borsa di criptovalute stia cercando di emulare l’hedge fund di Ray Dalio, Bridgewater Associates, permettendo ai dipendenti di darsi reciprocamente feedback e valutazioni in tempo reale. Fa parte della discesa della tecnologia in una realtà in stile Black Mirror? Sintonizzatevi per conoscere le nostre opinioni.

Abbiamo anche ripercorso due recenti storie di ritorno delle criptovalute, quella del fondatore e CEO di OnlyFans che ha lasciato l’azienda dopo aver cercato di bandire i contenuti sessualmente espliciti dalla piattaforma e quella dell’architetto della stablecoin altamente instabile, Terra.

Il nostro ospite di questa settimana è stato il fondatore di Outdoor Voices Ty Haney, che ha condiviso i dettagli del suo passaggio dall’athleisure alla criptovaluta con la sua nuova impresa, Try Your Best. Haney ha dato la notizia nel nostro podcast che la startup ha appena ottenuto il suo secondo round di finanziamenti istituzionali.

Abbonati a Chain Reaction su Apple, Spotify o la vostra piattaforma podcast alternativa preferita per restare al passo con noi ogni settimana.


segui il denaro

Dove si muove il denaro delle startup nel mondo delle criptovalute:

  1. La startup blockchain aziendale con sede a New York Patrimonio digitale ha ricevuto un investimento strategico di dimensioni non rivelate dal gigante bancario giapponese SBI Holdings.
  2. InfStones, fornitore di infrastrutture blockchain, ha ottenuto 66 milioni di dollari in un round guidato da SoftBank e GGV.
  3. Startup indiana di musica NFT FanTiger ha ottenuto 5,5 milioni di dollari per il suo seed round guidato da Multicoin Capital.
  4. LivingCities, una startup sociale incentrata sul metaverso e co-fondata dal fondatore di Foursquare Dennis Crowley, ha ottenuto 4 milioni di dollari in un primo finanziamento guidato da DCVC.
  5. Lo Zimbabwe FlexID ha ricevuto un finanziamento non rivelato da Algorand per il suo sistema di identità basato su blockchain per i non abbienti.
  6. Web3, società di giochi in realtà aumentata Jadu ha raccolto 36 milioni di dollari di finanziamenti per la sua Serie A guidata da Bain Capital Crypto.
  7. VillaggioStudio ha raccolto 2,3 milioni di dollari in un round guidato da Animoca Brands per i suoi avatar Playken basati su NFT.
  8. API per i pagamenti Web3 Unire ha ottenuto 9,5 milioni di dollari in finanziamenti di avviamento guidati da Octopus Ventures.
  9. GoSats, una piattaforma di ricompense in bitcoin con sede in India, ha raccolto 4 milioni di dollari in un round di finanziamento pre-Series A da investitori quali Y Combinator, Accel e Gossamer Capital.
  10. Piattaforma di gestione DAO Laboratori Utopia ha chiuso una Serie A da 23 milioni di dollari guidata da Paradigm.

la settimana nel web3

È stata una settimana insolitamente tranquilla nel web3, e i membri del nostro team negli Stati Uniti si sono presi un po’ di tempo per godersi il raro e poco movimentato fine settimana lungo. Tuttavia, alcune grandi personalità hanno fatto scalpore nello spazio, nel bene e nel male.

  • Il fondatore di OnlyFans, Tim Stokely, si sta orientando verso le criptovalute dopo aver lasciato l’azienda lo scorso dicembre in seguito alle polemiche che lo hanno spinto a bandire i contenuti sessualmente espliciti dalla piattaforma. Anita ha scritto di la nuova startup NFT “family-friendly” che sta lanciando insieme a un altro ex dirigente di OnlyFans e che permetterà alle persone di acquistare, vendere e scambiare carte virtuali con influencer e celebrità.
  • La piattaforma di NFT OpenSea aveva licenziato Nate Chastain, il suo responsabile di prodotto, a settembre dopo essere stato accusato di aver effettuato operazioni di front-running sulla piattaforma. Ora, è stato arrestato e accusato di insider trading; Lucas ha i dettagli.

analisi aggiunta

Ecco alcune delle analisi crittografiche di questa settimana che potete leggere sul nostro servizio di abbonamento TC+ (scritto da Jacquelyn Melinek di TC):

I finanziamenti dei VC per i progetti di criptovalute sono calati a maggio, ma molti investitori rimangono ottimisti
I finanziamenti di VC per le criptovalute sono scesi di mese in mese da aprile a maggio, ma molti investitori non sono preoccupati. “Per gli investitori come noi, è tempo di comprare”, ha dichiarato a TechCrunch Stan Miroshnik, partner e cofondatore di 10T Holdings. Il ritmo di distribuzione del capitale potrebbe essere più misurato, dato che gli investitori e i fondatori sono più calcolati, ma i VC continueranno ad avere una forte attività, ha detto Miroshnik. Anche se il sentimento sui mercati degli asset digitali potrebbe essere cupo, i veri fondi cripto-nativi continueranno a investire pesantemente, ha dichiarato a TechCrunch Saurabh Sharma, responsabile degli investimenti di Jump Crypto.

La criptovaluta diventa sempre più mainstream, ma può rimanere decentralizzata?
Che si tratti di acquirenti per la prima volta di criptovalute o di persone che imparano a conoscere meglio le NFT, il Bitcoin e l’ecosistema crittografico in generale, c’è stata un’impennata a livello globale nella consapevolezza delle criptovalute. Tuttavia, mentre il fenomeno prende piede, le autorità di regolamentazione di tutto il mondo continueranno a monitorare più da vicino lo spazio, ma il titolo parla da sé: cosa significa questo per il futuro delle criptovalute? Alcuni fondatori e dirigenti del settore hanno espresso il loro parere.

Dan Held, Bitcoiner di lunga data, sostiene che questo “inverno delle criptovalute” non sarà così duro come gli altri
Mentre i mercati delle criptovalute rimangono ribassisti, alcuni partecipanti di lunga data al mercato, come Dan Held, direttore del marketing di crescita presso la borsa delle criptovalute Kraken, non sono preoccupati. Anche se nella comunità si parla molto di un inverno delle criptovalute, Held ha affermato che il sentimento per l’attuale ciclo di mercato è diverso. Mentre lui – e molti altri – hanno resistito ai principali cicli di mercato nel corso degli anni, la narrativa è cambiata molto, grazie all’ingresso di operatori istituzionali più importanti e di ingenti capitali.


Grazie per la lettura! Per ricevere questo articolo nella tua casella di posta ogni settimana, iscriviti alla pagina della newsletter di TechCrunch.

Source link