LG Electronics, il gigante tecnologico coreano che una volta era un giocatore leader nei telefoni cellulari, ma ora sta chiudendo quel business, sta facendo un’acquisizione che indica le sue ambizioni in un’altra area emergente: hardware e servizi automobilistici di nuova generazione. Oggi l’azienda ha annunciato che si accaparrerà Cybellum, uno specialista israeliano di cybersecurity automobilistica che rileva e valuta le vulnerabilità nei servizi e nell’hardware dei veicoli connessi attraverso un approccio “gemello digitale”.

L’accordo arriva in diverse parti, ha detto LG. Inizialmente, sta prendendo una partecipazione del 64% in Cybellum per 140 milioni di dollari, e contribuirà con altri 20 milioni di dollari sotto forma di un semplice accordo per una futura nota azionaria (SAFE), “alla conclusione del processo di trading nel quarto trimestre.” Le azioni rimanenti saranno poi acquisite nel “prossimo futuro” (nessuna data specificata), che è anche quando la valutazione finale e l’investimento saranno confermati. Allo stato attuale, se la valutazione rimane coerente, l’affare in totale varrà circa 240 milioni di dollari (le forze di mercato o l’imbuto commerciale dell’azienda potrebbero avere un impatto su questo).

Per LG, l’azienda ha costruito un profilo come investitore in interessanti startup automobilistiche, ma questa è la sua prima acquisizione fuori da Israele – Cybellum ha sede a Tel Aviv – e indica l’interesse della società più grande non solo per l’hardware ma per la fornitura di soluzioni software per l’industria automobilistica.

“Non è un segreto il ruolo critico che il software gioca nell’industria automobilistica e con esso arriva la necessità di soluzioni efficaci di cybersecurity”, ha detto il dottor Kim Jin-yong, presidente della LG Electronics Vehicle component Solutions Company, in un comunicato. “Questo ultimo accordo rafforzerà ulteriormente la solida base di LG nella cybersecurity, permettendoci di essere ancora più preparati per l’era delle auto connesse”. Questo è un area che LG è stato adocchiato per un po’ di tempo.

Questo è un buon ritorno per gli investitori di Cybellum, che includevano Blumberg Capital, Target Global e RSBG Ventures (il braccio di rischio del gigante industriale tedesco RAG). Cybellum aveva raccolto poco più di 14 milioni di dollari prima di questo.

L’azienda – che è stata fondata nel 2016 da Slava Bronfman e Michael Engstler, due ex allievi della cybersecurity delle forze di difesa israeliane – ha raccolto nel corso degli anni una serie di clienti di grande nome che utilizzano la sua tecnologia, tra cui Jaguar Land Rover e Nissan, con i suoi partner tra cui Harman, Toyota Tsusho e PTC.

Bronfman ci ha detto in un’intervista via e-mail che il piano sarà quello di continuare a lavorare con tutte queste aziende per il momento, e di continuare ad operare come un’entità indipendente.

L’approccio di Cybellum, e la sua acquisizione da parte di LG, sottolineano alcune tendenze significative nel mondo delle auto connesse, la sicurezza informatica. I veicoli connessi rappresentano un nuovo vettore di attacco per gli hacker malintenzionati, e uno molto complicato, quando si considerano i molteplici componenti che vanno nei veicoli, e i numerosi OEM e aziende automobilistiche al lavoro nel più grande ecosistema del veicolo. Una delle grandi sfide è stata quella di avere un approccio congiunto alla sicurezza informatica in tutto questo. LG, come un giocatore esistente nel mercato con l’ambizione di crescere la sua posizione di mercato, sta facendo un investimento sia per il suo business futuro, sia per affrontare una più ampia necessità di servizi nel mercato.

“Questo è prima di tutto un investimento nella sicurezza”, ha detto Bronfman. “Cybellum è una società di cybersecurity. Come uno dei principali fornitori automobilistici, LG sta dando la priorità alla cybersecurity, poiché capisce che è una parte essenziale dell’attuale era dei veicoli connessi e della transizione verso veicoli autonomi.”

L’approccio di Cybellum è quello di creare un cosiddetto “gemello digitale” del sistema (un approccio adottato anche nel mondo dell’IT aziendale) e di monitorare questo come un modo di catturare il quadro completo per identificare e valutare le minacce.

LG è interessante notare che attualmente non è un partner di Cybellum, ma Bronfman ha detto che le prime integrazioni tra i due usciranno probabilmente nel 2022.

Source link