Nonostante il cambio di nome e l’iperbole del metaverso, Facebook è sempre stato al centro della suite di software Meta per gli utenti che si impegnano con il suo ecosistema più ampio. Sebbene questo possa continuare a essere il caso a tempo indeterminato, è chiaro che l’azienda sta prendendo provvedimenti per garantire che la sua prossima fascia di utenti non sia legata a una rete che può ancora pagare le bollette, ma non è il luogo in cui l’azienda vede la sua reinvenzione.

Il mese prossimo l’azienda introdurrà un nuovo tipo di login, chiamato Meta account, che consentirà agli utenti di utilizzare prodotti che in precedenza richiedevano un account Facebook. Al momento del lancio, gli utenti potranno utilizzare il loro account Meta per iscriversi e accedere all’hardware Quest dell’azienda, una funzionalità che in futuro verrà estesa ad altri dispositivi Meta, secondo quanto dichiarato dall’azienda. Gli utenti possono scegliere se collegare il proprio account Meta ai propri account Facebook e Instagram, oppure no. A differenza degli account Facebook, gli utenti sono liberi di avere più account Meta, afferma l’azienda.

Questo cambiamento risponde alle preoccupazioni di alcuni utenti di VR che si sono lamentati di varie stranezze legate all’utilizzo di un profilo privato di social media per giocare ai videogiochi. Mentre molti utenti erano preoccupati per le implicazioni sulla privacy, altri erano frustrati da problemi più organizzativi legati alla combinazione dei due account con liste di amici, impostazioni e regole separate.

All’inizio del prossimo anno, gli account Meta saranno il login standard per gli utenti VR.

Crediti immagine: Meta

Con il nuovo sistema, gli utenti VR avranno la possibilità di iscriversi a un account Meta e a un “profilo Meta Horizon” che sostituirà l’account Oculus e sarà la sede di elementi come l’avatar e il nome utente dell’utente, da utilizzare in tutto l’ecosistema Quest. L’aspetto più interessante di questo cambiamento è che Meta sta passando da un modello “Amici” a un modello “Seguaci” con il profilo Horizon, il che significa più tatticamente che il sistema di account utente sta passando da privato per impostazione predefinita a pubblico per impostazione predefinita – anche se vale la pena notare che i nuovi account Meta per i minori di età compresa tra i 13 e i 17 anni saranno ancora privati per impostazione predefinita.

Si tratta di un cambiamento importante per l’evoluzione del sogno del metaverso dell’azienda e di un’opportunità più ampia per Meta di ridisegnare il suo grafo sociale per consentire maggiori opportunità sociali. Gli sforzi di Meta per portare funzionalità simili a quelle di TikTok su Facebook, e con esse un maggior numero di creatori amatoriali, sono stati ostacolati da una rete di account prevalentemente privati. Se l’azienda riuscirà a far sì che i nuovi utenti scelgano di essere pubblici per impostazione predefinita fin dall’inizio, avrà a disposizione opzioni molto più ampie per i contenuti da offrire nel tempo.

Per il momento, la portata degli account Meta sembra limitata ai login VR, ma è chiaro che l’azienda ha un interesse più ampio a eliminare Facebook dal centro del suo mondo di utenti.

Source link