L’11 agosto 2014, a Ferguson, nel Missouri, la polizia costringe i manifestanti a lasciare il quartiere degli affari per raggiungere i quartieri vicini, dopo l’uccisione di Michael Brown per mano della polizia.
Foto: Scott Olson (Immagini Getty Images)

Elon Musk ha twittato una difesa dell’agente di polizia che ha sparato al diciottenne Michael Brown – un nero disarmato a Ferguson, Missouri, nel 2014 – all’inizio di mercoledì, prima di cancellare il post incendiario.. Musk ha detto che l’agente di polizia è stato “scagionato” e che la narrazione della sparatoria è una “finzione”.

Il tweet di Musk è stato apparentemente motivato dalla scoperta di alcune magliette di Twitter presso la sede della società a San Francisco con la scritta “Stay Woke”, stampate all’indomani della rivolta di Ferguson. Musk ha chiaramente twittato le magliette per ridicolizzarle, anche se il suo amico, il cofondatore di Twitter Jack Dorsey, ha indossato la maglietta alla Code Conference. nel 2016 durante una tavola rotonda sul movimento Black Lives Matter.

“Le magliette #StayWoke derivano dalle proteste di Ferguson. Il Dipartimento di Giustizia di Obama ha provato questo & ha scagionato il poliziotto. ‘Mani in alto non sparare’ è stato inventato. L’intera faccenda era una finzione”, ha twittato Musk all’inizio di mercoledì.

Un tweet del miliardario Elon Musk inviato e poi cancellato nelle prime ore di mercoledì.

Un tweet che il miliardario Elon Musk ha inviato e poi cancellato mercoledì scorso.
Schermata: Twitter

Il tweet includeva un link al rapporto del Dipartimento di Giustizia pubblicato nel 2015 sull’uccisione di Michael Brown. Musk ha cancellato il tweet con il commento all’inizio di mercoledì, ma ha ripostato il rapporto del Dipartimento di Giustizia, questa volta senza i suoi editoriali.

L’uccisione di Brown e il rifiuto delle autorità locali di incriminare l’agente di polizia che gli ha sparato, Darren Wilson, hanno scatenato accese proteste nell’estate del 2014 e hanno contribuito ad accendere i riflettori nazionali sull’epidemia di uccisioni di neri disarmati da parte della polizia. Il militarizzato La repressione delle proteste di quell’estate fu a dir poco spietata. E nessuno di questi fatti era inventato.

Ma uno dei gridi d’allarme del movimento, “mani in alto, non sparare”, è stato smontato incessantemente dagli opinionisti di destra che hanno cercato di scagionare l’agente di polizia, proprio come Musk sta facendo ancora oggi. I testimoni della sparatoria hanno affermato che Brown aveva le mani alzate, anche se gli investigatori del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti non lo hanno ritenuto credibile. Wilson, che sparò a Brown almeno sei volte, sostenne che Brown lo aveva caricato e che aveva sparato per legittima difesa.

Gizmodo non ha intenzione di rivangare quanto accaduto nel 2014. Ma ci sembra notevole che Musk voglia riaprire le ferite di quell’estate, sia per alimentare ulteriori polemiche sulla sua piattaforma di social media con la speranza che ciò generi un’ulteriore polemica. attenzione per un sito che sta perdendo inserzionisti, o semplicemente perché Musk vuole segnalare ai suoi fan di destra che è davvero uno di loro. Qualunque sia il suo obiettivo, Musk è riuscito a dimostrare che desidera disperatamente l’approvazione delle persone peggiori del pianeta.

Per la cronaca, nel 2015 il Dipartimento di Giustizia ha pubblicato due rapporti sulla polizia di Ferguson, nel Missouri. Musk ha twittato quello sull’uccisione di Michael Brown, ma non si è preoccupato di twittare il rapporto del Dipartimento di Giustizia. DOJ Divisione Diritti Civili che ha rilevato che il Dipartimento di Polizia di Ferguson aveva un problema sistemico nel prendere regolarmente di mira i neri per i “crimini” più lievi. Mentre la popolazione di Ferguson era composta per il 67% da neri all’inizio degli anni 2010, i dati della polizia hanno mostrato che i neri hanno rappresentato l’85% dei fermi di veicoli, il 90% delle citazioni e il 93% degli arresti in città dal 2010 al 2012.

Musk sta rendendo estremamente chiaro chi è il benvenuto sul nuovo Twitter. E sono le persone che assomigliano e parlano come Musk.

Source link