Una volta che l’aggiornamento viene distribuito sul tuo dispositivo iOS, vedrai apparire un’opzione che ti consente di eliminare gli ultimi 15 minuti della tua attività di ricerca.
Foto: Caitlin McGarry / Gizmodo

Nella sua mai-fine della ricerca per convincere gli utenti che ha in mente la privacy, Google è srotolare un rapido controllo di eliminazione automatica per cancellare gli ultimi 15 minuti della cronologia delle ricerche sul cellulare. La funzione arriverà prima sui dispositivi iOS, con l’opzione che arriverà sui dispositivi Android entro la fine dell’anno.

I 15 minuti macchia era originariamente annunciato al Google I/O 2021 come opzione aggiuntiva per la funzione di eliminazione automatica esistente. Puoi scegliere di eliminare automaticamente i tuoi dati ogni tre, 18 o 36 mesi tramite la pagina del tuo profilo nell’app Ricerca Google. Oppure, ora puoi scegliere 15 minuti.

Gli utenti di iPhone e iPad che hanno già accesso alla funzione la vedranno apparire nell’app Google per iOS. Tocca la foto dell’avatar del tuo profilo per trovare il pulsante per eliminare gli ultimi 15 minuti sotto Cronologia delle ricerche. È un po’ più soddisfacente usare questa funzione per eliminare i dati piuttosto che passare alla modalità di navigazione in incognito, e aiuta in un pizzico se ti rendi conto che la tua ultima ossessione per i culti di Google non è qualcosa che vuoi alimentare l’algoritmo.

Un rendering che mostra l'app Ricerca Google su un iPhone

Uno sguardo a come apparirà l’opzione quando sarà attiva sul tuo dispositivo iOS.
Immagine: Google

Google sta anche indicando ai suoi utenti il Controllo della privacy e Controllo di sicurezza caratteristiche, che sono entrambi modi utili per vedere quale terzo parti a cui hai concesso l’accesso al tuo account Google nel corso degli anni. Di recente ho esaminato e rimosso un sacco di servizi che non toccavo da quasi mezzo decennio. Dovrai dedicare del tempo a rimuginare sulle impostazioni e vedere cosa Google ti suggerisce di modificare, ma un po’ di tempo può ripagare nel proteggere il tuo account a lungo termine.

Infine, Google sta implementando la possibilità di bloccare la pagina Le mie attività dietro una pagina di accesso aggiuntiva. Se condividi un dispositivo con i tuoi figli, ad esempio, non avranno accesso a ciò che eri alzando lo sguardo all’inizio della giornata. Perché forse Mommy (sono io) è davvero andato giù una tana di coniglio di culto, e alcuni di quei risultati di ricerca di Google non dovrebbe essere visto da occhi innocenti.

.

Source link