Foto: INA FASSBENDER / AFP (Getty Images)

Un ricercatore americano di criptovalute ha ammesso di aver violato la legge degli Stati Uniti partecipando a una conferenza sulla blockchain in Corea del Nord nel 2019, dove ha dato consigli su come eludere le sanzioni statunitensi.

Virgil Griffith, 38 anni, si è dichiarato colpevole di aver cospirato per violare l’International Emergency Economic Powers Act, che vieta l’esportazione di beni, tecnologia o servizi in Corea del Nord da parte di un cittadino americano. Si è dichiarato colpevole nella corte federale di New York lunedì, proprio mentre stava per affrontare il processo, con una selezione della giuria imminente, riporta il Wall Street Journal.

Griffith è forse meglio conosciuto per il suo lavoro come ricercatore e sviluppatore presso la Fondazione Ethereum, il non-profit associato alla popolare criptovaluta Ether. È stato anche precedentemente coinvolto in una serie di varie imprese tecnologiche nel mondo degli affari e del mondo accademico, tra cui la creazione di un “motore di ricerca dark web”, secondo il suo LinkedIn.

Nell’aprile del 2019, Griffith si è recato in Corea del Nord per la “Pyongyang Blockchain and Cryptocurrency Conference”, dove ha tenuto una presentazione su come la tecnologia blockchain e le criptovalute potrebbero essere utilizzate per aggirare le sanzioni statunitensi e riciclare fondi illeciti, secondo un denuncia penale di quel periodo. Griffith aveva precedentemente “chiesto il permesso” al Dipartimento di Stato americano di partecipare alla conferenza, ma la sua richiesta fu respinta. Vi partecipò comunque, viaggiando verso la RPDC attraverso la Cina mentre apparentemente prendeva provvedimenti per oscurare la “prova del suo viaggio”. Fu arrestato a Los Angeles più tardi quell’anno dall’FBI.

Il piano di Griffith avrebbe comportato la facilitazione delle transazioni di criptovaluta tra la Corea del Nord e del Sud per eludere le restrizioni americane.s, il Dipartimento di Giustizia ha detto.

Gli Stati Uniti hanno spesso cercato di usare la pressione economica contro la Corea del Nord come punizione per il suo fallimento nella denuclearizzazione. I critici hanno spesso caratterizzato le sanzioni come inefficaci, mentre altri notano il loro ruolo potenziale nell’alimentare le crisi umanitarie della nazione. Tuttavia, officials say che GLe azioni di riffith avrebbero potuto ostacolare la strategia statunitense di pressione contro il paese.

“Virgil Griffith ha fornito informazioni altamente tecniche alla Corea del Nord, sapendo che queste informazioni potevano essere usate per aiutare la Corea del Nord a riciclare denaro ed eludere le sanzioni”, ha detto il procuratore Geoffrey S. Berman al momento dell’arresto. “Così facendo, Griffith ha messo in pericolo le sanzioni che sia il Congresso che il presidente hanno emanato per mettere la massima pressione sul pericoloso regime della Corea del Nord”.

Griffith, che dovrebbe essere condannato a gennaio, potrebbe affrontare fino a 20 anni di prigione per il suo crimine. Il suo avvocato, Brian Klein, ha detto lunedì che lo sviluppatore “è sinceramente pentito”.

“Mettendo da parte quello che è successo, ha dato importanti contributi alla società che solleveremo con la corte”, ha detto Klein. “Ha anche molte qualità meravigliose, e nessuno dovrebbe definirlo per questo errore”.

.

Source link